Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 41 a 46 di 46
Like Tree9Likes

Discussione: Official situazione politica internazionale attuale

  1. #41
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,669
    Citato in
    736 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    A me sembra normale che appena l'emittente scopre che è successo, li cacci via. Quello è il sistema che dimostra di funzionare. Nessuno ha mai sostenuto che il giornalismo fosse esente dalla presenza di personaggi che possono provare a fare il loro interesse violando principi etici vari. Il punto è che li sgami e li mandi via.

    Invece a te sembra normale che altri vadano avanti all'infinito a twittare fake news atroci. Hai un intero partito in usa che governa sulla base di fake news.
    Se non punti il dito non se ne accorge..
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  2. #42
    Ball Till You Fall L'avatar di zio_slim
    Registrato il
    Aug 2007
    Località
    Milano
    Reputazione
    229
    Posts
    7,756
    Citato in
    783 Post(s)

    Predefinito

    meanwhile in China, mentre noi stiamo a perdere tempo coi barconi, One Belt One Road continua

    https://capitalistexploits.at/2017/0...-global-power/

    nel lungo periodo siamo tutti cinesi
    Follow me on Facebook and Twitter

  3. #43
    Lid
    Lid è offline
    Tight Agressive
    Registrato il
    Jan 2010
    Reputazione
    2
    Posts
    350
    Citato in
    10 Post(s)

  4. #44
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,669
    Citato in
    736 Post(s)

    Predefinito

    ora su Rai3 un documentario sui caschi bianchi...

    boh... spero che la raccontino giusta ma ahimè ho ben poche speranze...
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  5. #45
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Jun 2010
    Reputazione
    7
    Posts
    1,721
    Citato in
    184 Post(s)

  6. #46
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,669
    Citato in
    736 Post(s)

    Predefinito

    Meanwhile in Siria...

    La situazione militare in Siria ha preso una piega abbastanza netta nelle ultime settimane. Bashar con Russia, Iran ed Hezbollah è riuscito a frenare l'avanzata para-americana dal confine con l'Iraq accettando che gli americani si prendessero una base vicino Al Tanf. Notevole come le milizie addestrate again dagli americani per workare da "vigilanza" nei confronti del personale spedito nella base, siano durati meno di un cocomero il giorno di ferragosto.

    2 attacchi isis (basi sguarnite entrambe le volte... you don't say?!) + na marea di disertori, ordini non eseguiti e quant'altro. Questa roba era successa già ai temi di Obama, con gli Stati uniti che spendono X euri per formare i propri mercenari ed una volta tornati in Siria, questi defectano in uno 0.2 per passare con Nusra.

    Bashar, dicevo, ha riconquistato la zona di confine con l'Iraq ma soprattutto è ritornato a mettere le mani sui giacimenti di petrolio della Siria situati ad ovest dell'Eufrate nella zona centrale della Siria stessa. Ogni giorno aumentano i siti riconquistati e ripartono le finanze della Ru...scusate, volevo dire Siria.

    E' difficile dire se si tratti di pura strategia militare o meno, ma fa sicuramente pensare il fatto che Bashar stia ripulendo queste zone allungando di brutto il fronte di confine vs l'Isis, piuttosto che raggiungere Deir Ez-Zor, accerchiata da ormai infiniti anni e divisa in 2 ormai da più di 1 anno. Forse c'arrivano lo stesso (perchè una delle strade che portano lì è la main road dei giacimenti di petrolio) ma il prezzo del ritardo in termini di uomini e civili morti, non sarà proprio basso.

    Ceasefire vari ed eventuali:

    Ecco qua capirci qualcosa è davvero complicato. Ne fanno uno al giorno, tra fazioni diverse, pro qualcuno e contro qualcun'altro. Per capirci: ad Astana si fa ceasefire tra Siria&allied nei confronti di fsa TRANNE Ha'yat tahrir al Sham (al Qaeda). A Ginevra se ne fa un altro tra Stati Uniti e Russia (confermato, poi smentito, poi riconfermato, poi rismentito). A Damasco Bashar fa ceasefire con Jaish al-Islam ma non contro Faylaq al-Raman.

    Il punto è che non importa chi ha stabilito con chi il cessate il fuoco. Il giorno dopo son sempre lì a darsele di bombe e mitraglia e giù di post via social "tizio ha interroto il cessate il fuoco!". No "voi avete interrotto, noi ci siamo difesi". Ogni volta che apro la lista delle varie fazioni per capire soltanto cosa è successo, vanno via le orate intere per arrivare alla conclusione che se si son fermati è stato solo il tempo per chiamare a casa ed andare a pisciare.

    Bashar cmq ha aperto altri fronti interni. East Ghouta è uno di questi. In quel pocket ci sono 3 gruppi, proxy di almeno 2 cose diverse. Faylaq al-Raman supportato dal Qatar. Jaish al-Islam supportato dall'Arabia Saudita ed HTS supportata un po' da chi cazzo gli pare (mainly by SAU).

    Bashar è andato all'attacco della città di quel pocket controllata dai tizi supportati dal Qatar. Probabilmente crolleranno visto e considerato che Faylaq non ha più un founder solido (per le varie questioni accadute tra Qatar e altri emirati vari) e perchè il KGB (non si sa bene quanto coinvolto, ma non c'è alcun dubbio che sia coinvolto) sta iniziando a lavorare su tutti i fronti per mettere zizzania tra i vari gruppi o proponendo ricompense a patto di girare le spalle agli alleati nel momento del bisogno.

    Esempio pratico: FAR nel distretto di Qaboun è capitolata quando i membri degli altri 2 gruppi hanno rapito tutti i parenti dei combattenti di FAR stessa, chiedendo come unica condizione per il riscatto, tutte le armi dei mariti. Trovatisi tra le bombe siriane-russe e tra la minaccia dei parenti rapiti, sti qua han droppato tutto e se ne sono andati chi a fanculo, chi ad Idlib chi in East Goutha.

    Sta roba qua la stanno implementando anche ora nei vari pocket in cui vi è una alta densità di combattenti. Un po' di guerriglia tattica visto e considerato che sia i russi che i siriani si son resi conto che con la fanteria non si riconquista ormai nemmeno 1 solo quartiere mediamente popolato in Siria (sick but true story). L'esercito siriano perde uomini a grappoli in azioni che hanno 0 coordinazione, copertura e strategia. Basta cercare qualche video a riguardo. Vedrete poveretti che si lanciano a far fuoco all'impazzata o meglio, senza un minimo di copertura personale, di battaglione e di terreno. Rip...

    L'altro fronte aperto con Hezbolla è quello del confine libanese dove ci sono un po' di organizzazioni che han giurato fedelta ad Al Baghdadi (poi ne parliamo) e la solita HTS. Dopo 2 giorni di campagna, HTS non controlla più un cazzo di siriano mentre ISIS è ancora lì e boh, non da l'idea di voler andar via, nonostante gli sia stato chiesto gentilmente di portare il culo altrove o di pigliare l'ascensore per le 72 vergini in paradiso.

    E poi ci sono Dar'a e Idlib. Dar'a è la città vicino al confine giordano in cui ha sede Southern Front. Una sorta di Free Sirian Army terrona che in realtà scherza poco un cazzo visto che ha praticamente infinita libertà di movimento e la possibilità di chiamare a supporto le truppe americane concentrate proprio in prossimità del confine giordano. Bashar c'ha provato forte a riconquistare la città ed a mirare verso il confine impedendo contrabando e chissà che altro ma a giudicare dalla vicinanza delle operazioni con gli Astana talk, è più probabile che il bombardamento a tappeto fosse stato pensato per indebolirli a livello di man-power che switcha fronte piuttosto che in previsione di una riconquista della città stessa.

    In Idlibstan è uno spettacolo. Un doc che vi linko https://www.youtube.com/watch?v=aEsqk826Yj4 ha fatto chiarezza sulla distribuzione del territorio tra Ahrar al-sham, Ha'yat Tharir al Sham ed il cosiddetto Free Sirian Army (che poi è na sorta di ombrello sotto il quale ci stanno solo un po' di fazioni che messe assieme contano meno delle 2 sopracitate ma che cmq non disdegnano di riempirti di piombo per motivi anche futili). C'è anche ISIS in termini di cellule dormienti ed i fatti sono andati più o meno così negli ultimi 3 mesi.

    La Turchia che supporta Ahrar inizia a far trapelare la voce che voglio entrare in Siria stavolta non tramite il territorio catturato con Euphrates Shield ma tramite Idlib. HTS inizia a cagarsi addosso ma non fa molto. Qualche settimana fa iniziano a saltare macchine per strada, sheikki vari muoiono per attentati, colpi in testa, avvelenamenti etc e la situazione degenera. HTS inizia a rastrellare "cellule isis dormienti". In realtà rastrella la qualunque e ci finiscono di mezzo anche quelli di Ahrar. La situazione implode, iniziano a spararsi l'uno con l'altro ed Ahrar abbandona le sue città/postazioni per tornare in Turchia re-spownando al confine pronti a fare sul serio.

    3 giorni fa i gruppi fanno la pace ma la situazione attuale vede HTS dispersa sul territorio ed ostile a gran parte della popolazione, Ahrar pronta a far la guerra (e un po' ne faranno, son convinto) col supporto dei turchi, il KGB che tramite killer vari ammazza merdacce salafite importanti ed il desiderio turco di spazzar via il Rojava nel quale però ci sono russi ed americani e se Erdogan muove un dito è un attimo a piantargli la situazione contro sfruttando un megafono internazionale che effettivamente il Rojava ha. Forse anche più potente di quello della causa turca.

    Ad Idlib dunque le cose non vanno benissmo. Ma ONG che vi linko, ci tiene a far sapere che ci sbagliamo e che so cose tra ragazzi. https://www.youtube.com/channel/UCar...ViNp9QNH2-ZWqg

    Oltre l'Eufrate c'è Raqqa, per metà già riconquistata dai Kurdi nonostante ci siano stati problemi nella grande coalizione di fanteria messa assieme per riprendere la città. Un po' di formazioni devote alla FSA sono state allontanate dalla città quando ci si è resi conto che sti ennesimi mercenari USA, una volta che si tratta di combattere o fanno come cazzo gli pare o si cagano sotto e tornano a casa o entrambe le cose. Pausa di 1 settimana e poi di nuovo via a ripigliare la città nella quale si pensa che ci siano tra i 3 e i 6k combattenti isis. Ci vorranno almeno 6 mesi imho e bisogna vedere a che prezzo verrà liberata. Mosul docet.

    Al Baghdadi? Boh. Ma davvero boh. I Russi dicono di avere le prove di averlo fatto fuori in un raid aereo. Dicono di aver intercettato gente isis mentre alla radio fa capire che il califfo è andato, ma fino ad ora evidenze 0. Gli americani hanno nicchiato ed ora, senza troppe convinzioni, si son schierati sul fronte del "no, non è morto". Ma ripeto la situazione è molto labile. La notizia non ha goduto del megafono che ha avuto in passato Osamuccio bello, e forse è proprio un indice del fatto che nessuno sa bene se il califfo è vivo o meno.

    Previsioni: entro non troppo tempo s'andrà allo showdown in Siria. Spazzato via il califfato imho si aprirà un tavolo delle discussioni in cui Bashar si presenterà con il cuore della Siria sotto controllo, offrirà statuti speciali a Rojava, Manbij e prolly negherà la stessa cosa ai turcomanni dell'Euphrates Shield. Tuttavia potrebbe accadere l'esatto contrario con questi ultimi SE la Turchia darà una mano a cacciare HTS da Idlib. Dopo il conflitto Ahrar etc potrebbero tornare a Nord e starsene lì. Ma non è detto che i Kurdi accettino.

    I Kurdi dovranno lasciare un po' di territorio oggi controllato a Bashar. Ci sono aree dove effettivamente non appartengono al tessuto locale e che sono solo grane abnormi in termini di controllo.

    Per il resto, stiamo a vedere.
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •