Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 41 a 60 di 72
Like Tree126Likes

Discussione: Il mio rapporto lavorativo con Armando Spinelli

  1. #41
    Calling Station L'avatar di Amarant
    Registrato il
    Aug 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    107
    Citato in
    24 Post(s)

    Predefinito

    Oh regà ma che cosa state dicendo lol?? Se uno vince 200k ne spende 100 poi ci sta che non è più rollato cit
    Ma guardate che x giocare ad abi 30 .it bastano 5k eh, come fai a non avere 5k se ne vinci anche solo 100 lol.
    Poi io sono il primo a dire che di gente che ha fatto veramente dei soldi col poker (parlo del mondo mtt, il resto non ne ho idea) ce ne sono davvero pochi.
    Il problema è che 100/200k ORA o cmq negli ultimi anni non li vince più nessuno (salvo obv shot della vita), quindi davvero pochi li hanno. Poi ovviamente ci sono i casi particolari di gente ludopatica che si è sputtanata 100/200k ed è andata broke, ma non è la normalità lol. Armando è uno di questi, classico reg scarso che vinceva agli inizi solo perché foldava atc e coolerava come una macchinetta chiunque, finita la run + il livello medio si è un minimo alzato, continuando a foldare non ha mai più vinto 1€. Poi uno che quando è stakato si gioca i soldi del proprio staker al casinò di stars ha seri problemi mentali (e non sto insultando, è proprio una malattia la ludopatia), chissà quanti se ne è sputtanati quando i soldi erano davvero i suoi, tra casinò online e live
    conilmionome and usqueadfinem like this.

  2. #42
    Calling Station L'avatar di Amarant
    Registrato il
    Aug 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    107
    Citato in
    24 Post(s)

    Predefinito

    E cmq.. La storiella raccontiamola giusta però
    Il vero problema siete VOI staker, e tu rocco compreso. Quando lo stakato scamma lo staker, in questo bel mondo di merda che avete creato VOI, gli amichetti dello stakato lo difenderanno sempre e cmq. Ho letto su fb di gente che difendeva a spada tratta armando, solo perché lo conosco ed è un bravo ragazzo cit. Gente che dubitava persino di quello che denunciava rocco. Il problema degli scam siete voi, e tu rocco compreso, perché ti sei comportato uguale col tuo caro amichetto ddomenico che ai tempi aprì pure discussione qua sul forum x chiedere staking. Voi amichetti sapevate perfettamente che era un pessimo cavallo, ormai non più al passo dei reg vincenti, ma cosa più importante, avete insabbiato tutto e non avete denunciato NULLA, solo perché speravate che avrebbe messo la testa a posto, e magari facendosi stakare da qualcun altro, vi avrebbe ridato i vostri soldi che si era sputtanato random al casinò. Il problema è che se uno è malato, almeno che non si faccia curare da uno psicologo bravo, ci ricascherà sempre. Ora ci hai messo un attimo a denunciare (giustamente) armando, ma perché in passato non ti sei comportato allo stesso modo? E poi ti sorprendi di tutti gli amichetti di armando che ora lo difendono a spada tratta (parlo di fb eh, x fortuna qua non ci sono o non sono arrivati x il momento ), quando tu sei uguale a loro?? Abbi almeno la decenza di non lamentarti pubblicamente però

    Ah, mettiamoci pure la storia luciom donriki, che non segnalò mai i problemi avuti con lui, e poi altri lo presero nel di dietro, ignari di tutto...quando invece sarebbe bastato denunciarlo subito
    Siete tutti bellissimi e molto coerenti
    Ultima modifica di Amarant; 09-10-2017 alle 11:41

  3. #43
    Monkey Tilt L'avatar di banditos
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    hijack
    Reputazione
    385
    Posts
    1,177
    Citato in
    209 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da beavis Visualizza Messaggio
    coaching-staking-scuole-skype-case abitate da decine di reg ecc... ecc... sono tutte cose che mi fanno ribrezzo; sarò un sognatore io ma l'aspetto che più mi piaceva del gioco non erano i soldi in sè ma la competizione, la sana competizione, i soldi come metro per misurare l'abilità; io gioco con la mia testa, Tizio con la sua, Caio con la sua..... si migliorava sul campo di battaglia, cercando di rubare strategie dai migliori sul campo di battaglia o al massimo leggendo quà e là le informazioni che i migliori lasciavano in rete; non che i migliori prendessero sotto la loro ala protettiva branchi di giocatori, gli aprissero la testa e gli buttassero dentro tutte o parte delle strategie affinate nel tempo ai tavoli da gioco, accompagnandoli mano nella mano nel loro percorso avendo in cambio denaro; per non parlare dei software che contano anche quanti peli ha in culo il tua avversario, giocatori che hanno questo aiuto contro giocatori che non lo hanno, non è più sana competizione, non è più un gioco alla pari; è diventata una corsa all'oro senza esclusione di colpi dove chi ha deciso di farlo per lavoro non ha guardato più in faccia nessuno, solo soldi soldi soldi, che derivino dal gioco o da altre attività parallele non importa, poi si è arrivati al punto dei multiaccount, truffatori, truffatori bannati che giocano sotto altre vesti, gioco di squadra in videoconferenza..... cosa è rimasto della sana competizione? niente, e la colpa è di chi ha trasformato un gioco, un bellissimo gioco, in qualcosa dove ora si stringono "rapporti professionali" tra giocatori. Non che tutto questo non fosse prevedibile, dove ci sono di mezzo i soldi la razza umana finisce sempre per dare il peggio di sè.

    Scusate lo sfogo, capisco che cbet possa essere il posto meno idoneo per farlo; tengo a precisare che non ho niente contro RoccoGE in particolare per il quale ho provato sempre una certa simpatia ma è uno sfogo verso l'evoluzione di quello che era un gioco ad armi pari (o perlomeno lo era nel mio immaginario)
    Non è mai stato uno sport. Il poker non è il calcio, il tennis o l'atletica , non lo è mai stato nè mai lo sarà e gli occasionali dovrebbero ringraziare che sia così . Sul discorso competizione ti do ragione ed infatti è sempre stato un gioco altamente competitivo e lo è ancora, in misura maggiore che in passato ed i software di supporto utilizzati in maniera lecita, il coaching e lo studio in generale non fanno che alzare verso l'alto l'asticella della competizione. Non vedo cosa ci sia di strano in tutto ciò. Sul "partire ad armi pari" in passato mentre adesso non è più così è un'altra affermazione falsa, in passato come ora c'era gente che vinceva semplicemente perchè aveva capito qualcosa del gioco in misura maggiore rispetto agli altri quindi no, non è mai stato "una cosa alla pari". Potrebbe esserlo nella misura in cui attualmente hai talmente tante info a disposizione che sono accessibili a tutti, cioè è "alla pari" il ricercare strategie, studiare il gioco etc etc perchè gli strumenti al giorno d'oggi sono appunto alla portata di tutti. Sul discorso cheater, truffatori etc etc sarebbe lol pensare che adesso sia così mentre in passato c'erano tutte partite oneste e non esistevano bari, anche questo fenomeno c'è sempre stato e ci sarà, purtroppo aggiungo
    Ultima modifica di banditos; 09-10-2017 alle 12:01

  4. #44
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,155
    Citato in
    2928 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da beavis Visualizza Messaggio
    coaching-staking-scuole-skype-case abitate da decine di reg ecc... ecc... sono tutte cose che mi fanno ribrezzo; sarò un sognatore io ma l'aspetto che più mi piaceva del gioco non erano i soldi in sè ma la competizione, la sana competizione, i soldi come metro per misurare l'abilità; io gioco con la mia testa, Tizio con la sua, Caio con la sua..... si migliorava sul campo di battaglia, cercando di rubare strategie dai migliori sul campo di battaglia o al massimo leggendo quà e là le informazioni che i migliori lasciavano in rete; non che i migliori prendessero sotto la loro ala protettiva branchi di giocatori, gli aprissero la testa e gli buttassero dentro tutte o parte delle strategie affinate nel tempo ai tavoli da gioco, accompagnandoli mano nella mano nel loro percorso avendo in cambio denaro; per non parlare dei software che contano anche quanti peli ha in culo il tua avversario, giocatori che hanno questo aiuto contro giocatori che non lo hanno, non è più sana competizione, non è più un gioco alla pari; è diventata una corsa all'oro senza esclusione di colpi dove chi ha deciso di farlo per lavoro non ha guardato più in faccia nessuno, solo soldi soldi soldi, che derivino dal gioco o da altre attività parallele non importa, poi si è arrivati al punto dei multiaccount, truffatori, truffatori bannati che giocano sotto altre vesti, gioco di squadra in videoconferenza..... cosa è rimasto della sana competizione? niente, e la colpa è di chi ha trasformato un gioco, un bellissimo gioco, in qualcosa dove ora si stringono "rapporti professionali" tra giocatori. Non che tutto questo non fosse prevedibile, dove ci sono di mezzo i soldi la razza umana finisce sempre per dare il peggio di sè.

    Scusate lo sfogo, capisco che cbet possa essere il posto meno idoneo per farlo; tengo a precisare che non ho niente contro RoccoGE in particolare per il quale ho provato sempre una certa simpatia ma è uno sfogo verso l'evoluzione di quello che era un gioco ad armi pari (o perlomeno lo era nel mio immaginario)
    Scusa ma in qualunque forma di competizione , cioè in qualunque attività che sia a base competitiva, se il premio è sufficiente da giustificare il farlo a livello professionale, hai trainer/coach, sponsor, persone che ti gestiscono la logistica etc etc etc.

    Questo include scacchi, bridge, gli esport e altre attività abbastanza simili al poker (tra cui il trading).

    Nel biliardo i + forti sono quelli con talento allenati dagli anziani forti. Nel bridge anche, negli scacchi anche etc etc.

    Il poker poi è anche meno divertente della altre discipline sopra indicate, nel senso che specialmente nei formati dove ci si siede in tanti ai tavoli l'azione che compi + spesso è buttare le cartine. E molte delle situazioni che ritrovi anche quando le cartine non le butti subito, prevedono che tu le butti rapidamente dopo un pò.

    Praticamente sarebbe come giocare a tennis solo che ogni volta che prendi in mano la palla per battere, devi cercare un puntino rosso sopra che c'è il 10-20-30% delle volte, quando non c'è devi buttarla e andare a sedere per 30sec/1min. DIVERTENTISSIMO.

    Quindi non solo quello che contesti avviene nell'assoluta totalità delle attività competitive dove il premio è interessante (e quindi in sostanza stai contestando tutte le forme di competizione tranne lo sputo + lungo e il ricamo con premio una torta), è anche abbastanza inconcepibile che tu lamenti il fatto che chi gioca a poker lo fa per soldi dato che se uno si vuole divertire, ci sono almeno altre 100 attività competitive + divertenti (per non parlare di quelle non competitive).

    Per finire non c'è stata alcuna "trasformazione" in peggio dato che se leggi il libro "on the road" di Brunson (titolo "according to doyle", del 1984) scopri che era molto peggio all'epoca.

    Del tipo che rischiavi problemi fisici (sparatorie, rapine etc) per giocare.

    Cioè il mondo del poker è sempre stato un mondo abitato da gentaglia malfamata, e anzi l'online lo ha ripulito molto.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  5. #45
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,155
    Citato in
    2928 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da beavis Visualizza Messaggio
    saranno anche naturali ma a me non sono mai piaciuti
    questo se si vuol vedere il poker come si vede un qualsiasi altro sport dove al fischio d'inizio tutti dispongono delle stesse armi; chiaramente questo mio "sogno" si è rivelato un utopia
    Ma quali stesse armi? hai presente come si allenano i top del nuoto vs come si allenano i bottom del nuoto? e parlo di qualificati tutti alle olimpiadi...

    La normalità nello sport è proprio non essere ad armi pari, vince chi si è armato meglio.
    OMGgalfond, ormus and usqueadfinem like this.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  6. #46
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,155
    Citato in
    2928 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da banditos Visualizza Messaggio
    Non è mai stato uno sport. Il poker non è il calcio, il tennis o l'atletica , non lo è mai stato nè mai lo sarà e gli occasionali dovrebbero ringraziare che sia così . Sul discorso competizione ti do ragione ed infatti è sempre stato un gioco altamente competitivo e lo è ancora, in misura maggiore che in passato ed i software di supporto utilizzati in maniera lecita, il coaching e lo studio in generale non fanno che alzare verso l'alto l'asticella della competizione. Non vedo cosa ci sia di strano in tutto ciò. Sul "partire ad armi pari" in passato mentre adesso non è più così è un'altra affermazione falsa, in passato come ora c'era gente che vinceva semplicemente perchè aveva capito qualcosa del gioco in misura maggiore rispetto agli altri quindi no, non è mai stato "una cosa alla pari". Potrebbe esserlo nella misura in cui attualmente hai talmente tante info a disposizione che sono accessibili a tutti, cioè è "alla pari" il ricercare strategie, studiare il gioco etc etc perchè gli strumenti al giorno d'oggi sono appunto alla portata di tutti. Sul discorso cheater, truffatori etc etc sarebbe lol pensare che adesso sia così mentre in passato c'erano tutte partite oneste e non esistevano bari, anche questo fenomeno c'è sempre stato e ci sarà, purtroppo aggiungo
    Il fatto è che il poker è invece uno sport, o abbastanza simile a uno sport, ed è PROPRIO PER QUESTO che si gioca a "armi impari" lol.

    Cmq giusto per capirci sia nel bridge sia negli scacchi ci sono stati casi anche recenti di cheating anche a livelli altissimi.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  7. #47
    Antonius L'avatar di francio
    Registrato il
    Nov 2009
    Località
    Barletta(BAT)
    Reputazione
    21
    Posts
    3,281
    Citato in
    417 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bubukonan Visualizza Messaggio
    altro piccolissimo particolare è la varianza dei soldi derivanti da coaching staking, nella vita reale avere introiti costanti è infinitamente meglio che avere la varianza degli introiti derivanti dagli MTT... il mutuo mica puoi pagarlo un mese 3x e poi 3 mesi non pagarlo!
    non credo che sia un "introito costante" visto che appunto ci sono casi come questo in cui ci rimetti dei soldi. Se non vogliamo parlare del solo scam possiamo metterci anche gente che non si sbatte abbastanza o non è proprio capace al giochino che oltre a farti perdere tempo col coaching ti fa perdere i soldi dello staking...poi ci sono queste situazioni qua e alla fine la domanda da porsi è una: ne vale la pena? poi magari voi avete una risposta, dal mio non lo farei mai e poi mai, solo a gente altamente fidata.
    http://blog.giallozafferano.it/chicchedigusto/
    "Lol. Change game." (cit. Visdiabuli)
    Renar80: consiglio da amico, grinda un po' meno e studia di +
    digeps: francio mi sa che tu l anno prossimo sei rotto
    harry: 2 anni fa giocavi il NL200, ora grindi il NL20, continua così campione che ci dimostri come la selezione naturale non riguarda solo gli altri.

  8. #48
    Monkey Tilt L'avatar di banditos
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    hijack
    Reputazione
    385
    Posts
    1,177
    Citato in
    209 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Il fatto è che il poker è invece uno sport, o abbastanza simile a uno sport, ed è PROPRIO PER QUESTO che si gioca a "armi impari" lol.

    Cmq giusto per capirci sia nel bridge sia negli scacchi ci sono stati casi anche recenti di cheating anche a livelli altissimi.
    Non la penso come te sul poker inteso come sport. Capisco e condivido invece tutto il resto

  9. #49
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,155
    Citato in
    2928 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da banditos Visualizza Messaggio
    Non la penso come te sul poker inteso come sport. Capisco e condivido invece tutto il resto
    Sto intendendo per sport "competizione organizzata con premi per i vincitori", cioè è sport quando scacchi, bridge etc, no? non è sport solo se r te è cruciale che ci sia attività fisica intensa dietro all'esecuzione della scelta affinchè si possa definire sport.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  10. #50
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,155
    Citato in
    2928 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da francio Visualizza Messaggio
    non credo che sia un "introito costante" visto che appunto ci sono casi come questo in cui ci rimetti dei soldi. Se non vogliamo parlare del solo scam possiamo metterci anche gente che non si sbatte abbastanza o non è proprio capace al giochino che oltre a farti perdere tempo col coaching ti fa perdere i soldi dello staking...poi ci sono queste situazioni qua e alla fine la domanda da porsi è una: ne vale la pena? poi magari voi avete una risposta, dal mio non lo farei mai e poi mai, solo a gente altamente fidata.
    Francio per farti capire una scuola "piccola" ha 20-25 stakati, 1-2 capi coach e 2-3 sotto-coach.

    Il mese che va tremendo fai sempre positivo lo stesso. Certo i proventi oscillano.

    Ma tieni conto che a lungo c'era la componente "agenzia" unita al coaching staking, cioè prendevi soldi anche dal fatto che la gente faceva account sulla room, e li prendevi anche se ti quittavano, vedi cardrunners che con fulltilt ha fatto veramente i milioni.

    Oggi le cose son cambiate da tanti punti di vista ma pensa al rischio ridotto se te prendi 5-10% della rake come agente, vai in quota della rakeback (molto alta tempo fa su stars, gd, ipoker etc etc) e vai pure in quota dei profitti.

    Chiaro puoi perdere la cifra di partenza dello staking ma deve andare tutto proprio male assurdo in chain e nel mentre hai altri 20+ tizi che clickano e producono.

    Fidati che molto a lungo il problema delle scuole è stato solo quello di tenere i vincenti + a lungo possibile, di certo non i 2-3-5k scammati qui o là da qualche scappato di casa.

    Ricordati anche, per quel che riguarda i non-skillati, che ai tempi al nl50 per perdere dovevi proprio inventartele tutte, cioè bastava o giocare le carte alte, o aggrare tanto anche a caso, e facevi positivo + rakeback+ agenzia. Chiaro magari non facevi infinito ma quelle 45k mani, che generano 1800 euro , di cui 600-700-800 vanno alla scuola, si sommano e fai in fretta a far TANTI soldi con la scuola.
    francio, OMGgalfond and NOONE0 like this.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  11. #51
    Calling Station L'avatar di beavis
    Registrato il
    May 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    110
    Citato in
    290 Post(s)

    Predefinito

    esplicito meglio il mio concetto di "ad armi pari":

    - se TIZIO per catalogare le abitudini di un avversario ha quello che il terreno di gioco mette a disposizione, ossia le note, e CAIO avversario ha un software esterno che gli dice in automatico quante scorregge TIZIO emette in un giorno, la competizione non è ad armi pari
    - se TIZIO partecipa ad un torneo con il suo unico account e CAIO partecipa allo stesso torneo con 3 account, la competizione non è ad armi pari
    - se TIZIO vede solo le sue carte e gioca una mano contro CAIO che allo stesso tavolo ha anche il suo amichetto SEMPRONIO e sono collegati tramite skype con possibilità di comunicarsi le carte, la competizione non è ad armi pari
    - se uno stackato ed uno stackatore sono allo stesso tavolo, la competizione non è ad armi pari
    - se TIZIO è allo stesso tavolo con CAIO e SEMPRONIO e se tra CAIO e SEMPRONIO ci sono "rapporti lavorativi professionali", la competizione non è ad armi pari.

    Una partita di calcio si è 11 vs 11, un pallone per tutti, scarpe, maglietta, calzettoni, parastinchi, guanti per il portiere per ogni squadra, una porta grande uguale per ogni squadra. Questo è il campo da gioco della domenica, poi durante la settimana ognuno si prepara come meglio riesce (ovviamente escludendo doping e altre pratiche illegali);
    Il nuoto è ancora più semplice, la gara, trampolino uguale per tutti, davanti a tutti la stessa vasca, corsie lunghe uguali, due braccia e due gambe per tutti, stop. Queste sono per me competizioni in cui si parte ad armi pari, che poi è anche la base dello sport

  12. #52
    Monkey Tilt L'avatar di banditos
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    hijack
    Reputazione
    385
    Posts
    1,177
    Citato in
    209 Post(s)

    Predefinito

    e TIZIO per catalogare le abitudini di un avversario ha quello che il terreno di gioco mette a disposizione, ossia le note, e CAIO avversario ha un software esterno che gli dice in automatico quante scorregge TIZIO emette in un giorno, la competizione non è ad armi pari
    Tizio può tranquillamente comprare software se pensa che questo lo possa aiutare
    Per il resto hai elencato pratiche truffaldine che sono sanzionate dalle room.
    Ripeto che "partire ad armi pari" non ha molto senso (escludendo dal discorso truffe e quant'altro). Non è corretto o è forse riprovevole se CAIO spende soldi per comprarsi un software in maniera legale o se CAIO studia e vince vs TIZIO che invece non lo fa?

  13. #53
    Scandinavian LAG L'avatar di happylittleboozer
    Registrato il
    Feb 2011
    Reputazione
    21
    Posts
    847
    Citato in
    37 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da banditos Visualizza Messaggio
    Non è corretto o è forse riprovevole se CAIO spende soldi per comprarsi un software in maniera legale o se CAIO studia e vince vs TIZIO che invece non lo fa?
    Per me è corretto, equivale ad un atleta o una squadra che si allena il doppio rispetto a un avversario diretto del proprio livello.
    "finisco questa sessione e poi trombiamo; se vuoi, puoi cominciare da sola." (cit. astrognauta)

  14. #54
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,155
    Citato in
    2928 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da beavis Visualizza Messaggio
    esplicito meglio il mio concetto di "ad armi pari":

    - se TIZIO per catalogare le abitudini di un avversario ha quello che il terreno di gioco mette a disposizione, ossia le note, e CAIO avversario ha un software esterno che gli dice in automatico quante scorregge TIZIO emette in un giorno, la competizione non è ad armi pari
    - se TIZIO partecipa ad un torneo con il suo unico account e CAIO partecipa allo stesso torneo con 3 account, la competizione non è ad armi pari
    - se TIZIO vede solo le sue carte e gioca una mano contro CAIO che allo stesso tavolo ha anche il suo amichetto SEMPRONIO e sono collegati tramite skype con possibilità di comunicarsi le carte, la competizione non è ad armi pari
    - se uno stackato ed uno stackatore sono allo stesso tavolo, la competizione non è ad armi pari
    - se TIZIO è allo stesso tavolo con CAIO e SEMPRONIO e se tra CAIO e SEMPRONIO ci sono "rapporti lavorativi professionali", la competizione non è ad armi pari.

    Una partita di calcio si è 11 vs 11, un pallone per tutti, scarpe, maglietta, calzettoni, parastinchi, guanti per il portiere per ogni squadra, una porta grande uguale per ogni squadra. Questo è il campo da gioco della domenica, poi durante la settimana ognuno si prepara come meglio riesce (ovviamente escludendo doping e altre pratiche illegali);
    Il nuoto è ancora più semplice, la gara, trampolino uguale per tutti, davanti a tutti la stessa vasca, corsie lunghe uguali, due braccia e due gambe per tutti, stop. Queste sono per me competizioni in cui si parte ad armi pari, che poi è anche la base dello sport
    Stai spostando l'asticella dato che prima sei partito contestando coaching & staking, ora elenchi alcune cose tra cui vere e proprie frodi, non vedo il nesso.

    Che poi sta cosa delle armi pari "PERO' LA GENETICA QUELLA VA BENE" (spiegami che "armi pari" hanno a basket tizi di 2.1 metri vs tizi di 1.6 metri) fa un pò ridere, praticamente sembra un purismo sportivo ma diventa una gara a chi ha i geni migliori se elimini tutto il resto.

    Il multiaccounting è come pagare l'arbitro a calcio, è una frode, e succedono entrambe le cose. Quindi il calcio non è uno sport ad armi pari perchè qualcuno potrebbe aver pagato l'arbitro?
    OMGgalfond and f1l0 like this.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  15. #55
    Calling Station L'avatar di beavis
    Registrato il
    May 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    110
    Citato in
    290 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Stai spostando l'asticella dato che prima sei partito contestando coaching & staking, ora elenchi alcune cose tra cui vere e proprie frodi, non vedo il nesso.

    Che poi sta cosa delle armi pari "PERO' LA GENETICA QUELLA VA BENE" (spiegami che "armi pari" hanno a basket tizi di 2.1 metri vs tizi di 1.6 metri) fa un pò ridere, praticamente sembra un purismo sportivo ma diventa una gara a chi ha i geni migliori se elimini tutto il resto.

    Il multiaccounting è come pagare l'arbitro a calcio, è una frode, e succedono entrambe le cose. Quindi il calcio non è uno sport ad armi pari perchè qualcuno potrebbe aver pagato l'arbitro?
    è vero, ho spostato l'asticella, allora rimaniamo a coaching & staking; ripropongo da mio post precedente sotto forma di domanda:

    - se uno stackato ed uno stackatore sono allo stesso tavolo, la competizione è ad armi pari?
    - se TIZIO è allo stesso tavolo con CAIO e SEMPRONIO e se tra CAIO e SEMPRONIO ci sono "rapporti lavorativi professionali", la competizione è ad armi pari?

    per fare un esempio calcistico, se la Salernitana va in serie A, un campionato con Lazio e Salernitana è una competizione ad armi pari?

    il discorso che hai fatto sui geni non credo abbia molto senso, non ho mai detto che tutti debbano avere la stessa intelligenza (per rapportare al poker quello alto 2,10 a quello di 1,60 del basket), ho sempre parlato di fattori esterni che drogano la competizione sul campo di gioco che deve fornire a tutti le stesse armi; e qui torno ai software che sono esterni a Pokerstars; diverso sarebbe il discorso se pokerstars li fornisce a tutti e alcuni li usano ed altri no, lì chiaramente son cazzi di chi non li usa
    Ultima modifica di beavis; 09-10-2017 alle 16:25

  16. #56
    Calling Station
    Registrato il
    Feb 2015
    Reputazione
    0
    Posts
    180
    Citato in
    20 Post(s)

    Predefinito

    si che è un gioco ad armi pari, non capisco xD

    Il problema è che magari uno "vorrebbe" giocare a determinati livelli, scialla e senza impegno, invece non può perchè sbatte sul pro. Troppi pro ...
    Vai al nl2/eccellenza e fai stragi quando vuoi.

  17. #57
    Monkey Tilt L'avatar di banditos
    Registrato il
    Feb 2011
    Località
    hijack
    Reputazione
    385
    Posts
    1,177
    Citato in
    209 Post(s)

    Predefinito

    la competizione sul campo di gioco che deve fornire a tutti le stesse armi; e qui torno ai software che sono esterni a Pokerstars; diverso sarebbe il discorso se pokerstars li fornisce a tutti e alcuni li usano ed altri no, lì chiaramente son cazzi di chi non li usa
    Hai "le stesse armi" anche tu, non è che questi software non si possano comprare o non sono reperibili, semplicemente qualcuno ne compra ed altri no. La colpa è tua se non ne fai uso al limite e sgombriamo anche il campo da un'altra illusione: non è che se compri hm o un solver diventi immediatamente top reg dopo l'acquisto, c'è studio, applicazione ed ora passate sopra a capire. Non vedo perchè il tempo e la dedizione non dovrebbero essere ripagati

  18. #58
    Calling Station L'avatar di beavis
    Registrato il
    May 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    110
    Citato in
    290 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da picici87 Visualizza Messaggio
    si che è un gioco ad armi pari, non capisco xD

    Il problema è che magari uno "vorrebbe" giocare a determinati livelli, scialla e senza impegno, invece non può perchè sbatte sul pro. Troppi pro ...
    Vai al nl2/eccellenza e fai stragi quando vuoi.
    se è diretta a me personalmente, non è così, gioco poco o nulla perchè il gioco mi ha annoiato, per la ripetitività delle dinamiche, perchè a una certa ora mi addormento coi tornei in corso, insomma non c'è più quell'adrenalina e quell'amor proprio che mi spinge a giocare sensatamente la prime fasi dei tornei......... questo aldilà della questione "ad armi pari" che era più un discorso generale, direi un discorso di etica (certo che anche le cose che si leggono anche contribuito ad allontanarmi ma secondariamente alla noia) ed anche aldilà dell'aspetto economico visto che seppur qualche soldino l'ho messo da parte non mi è mai passato nell'anticamera del cervello che questo potesse diventare IL Lavoro, neanche i periodi in cui le cose andavano molto bene

    il cash non lo gioco proprio perchè lì non ci vedo proprio niente che spinge il mio spirito competitivo, lì non si arriva primo, non si alza la coppa, non mi ha mai stuzzicato il cash
    Ultima modifica di beavis; 09-10-2017 alle 16:54

  19. #59
    Calling Station
    Registrato il
    Feb 2015
    Reputazione
    0
    Posts
    180
    Citato in
    20 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da beavis Visualizza Messaggio
    se è diretta a me personalmente, non è così, gioco poco o nulla perchè il gioco mi ha annoiato, per la ripetitività delle dinamiche, perchè a una certa ora mi addormento coi tornei in corso, insomma non c'è più quell'adrenalina e quell'amor proprio che mi spinge a giocare sensatamente la prime fasi dei tornei......... questo aldilà della questione "ad armi pari" che era più un discorso generale, direi un discorso di etica (certo che anche le cose che si leggono anche contribuito ad allontanarmi ma secondariamente alla noia) ed anche aldilà dell'aspetto economico visto che seppur qualche soldino l'ho messo da parte non mi è mai passato nell'anticamera del cervello che questo potesse diventare IL Lavoro, neanche i periodi in cui le cose andavano molto bene

    il cash non lo gioco proprio perchè lì non ci vedo proprio niente che spinge il mio spirito competitivo, lì non si arriva primo, non si alza la coppa, non mi ha mai stuzzicato il cash
    si oddio non volevo attaccarti in alcun modo.
    Quello che volevo dire è che la partita amatoriale tipo calcettata di quartiere con gli amici c'è.
    Salendo diventa tutto più professionale. Con gente che si allena tutte le settimane, magari c'ha pure l'allenatore, che manco è necessariamente bravo per definizione. Attrezzature sempre piu professionali. E qualche volta puro il presidente che investe soldi, tipo squadra di calcio.

  20. #60
    Calling Station L'avatar di beavis
    Registrato il
    May 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    110
    Citato in
    290 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da picici87 Visualizza Messaggio
    si oddio non volevo attaccarti in alcun modo.
    Quello che volevo dire è che la partita amatoriale tipo calcettata di quartiere con gli amici c'è.
    Salendo diventa tutto più professionale. Con gente che si allena tutte le settimane, magari c'ha pure l'allenatore, che manco è necessariamente bravo per definizione. Attrezzature sempre piu professionali. E qualche volta puro il presidente che investe soldi, tipo squadra di calcio.
    io invece avevo inteso il tuo post come un sostenere che il mio discorso "competizione ad armi pari" fosse frutto di frustrazione personale da mancanza di risultati, insomma avevo inteso na roba da cazzone

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •