Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Consigli per trasferimento

  1. #1
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    3
    Citato in
    0 Post(s)

    Predefinito Consigli per trasferimento

    Ciao a tutti,
    visto che è il primo post che faccio mi sembra corretto presentarmi: mi chiamo Andrea e ho 32 anni.
    Vista la situazione del poker in Italia, e constatato che l’attuale governo non sembra propenso ad un rilancio del settore, ho deciso che è arrivato il momento di trasferirsi all’estero.
    Non sono ancora certo della destinazione, e prima di prendere una decisione definitiva vorrei capire alcune cose che non mi sono chiare, e che francamente non sono riuscito a comprendere appieno leggendo in giro o chiedendo ad altri giocatori.
    Ho quindi pensato di chiedere consiglio a voi.
    Ringrazio anticipatamente tutti per l’aiuto.

    1. In questo momento secondo voi è preferibile andare in un paese da cui posso giocare sul .com, o meglio il .es? Sicuramente sul .com c’è più traffico, ma a livello di field (NL100) ci sono grandi differenze?

    2. Discorso tasse: in alcuni paesi la tassazione sul poker è davvero molto alta.
    Se io dovessi prendere solo il domicilio in un determinato paese, ma mantenessi la residenza in Italia, posso comunque giocare sul.com pur non pagando la tassazione di quello Stato?
    Prendiamo per esempio che io volessi trasferirmi in uno dei posti peggiori al mondo a livello di tassazione sul poker: Creta.
    Ora, se io prendo solo il domicilio lì, ma tengo la residenza in Italia, potrei comunque giocare sul .com? E se sì, devo pagare le tasse in Grecia, oppure con il sistema italiano (ossia nulla)?

    3. Uno dei Paesi che sto considerando è la Slovenia.
    Ho letto in un post di diversi anni fa che lì non c’è alcuna tassazione sul poker online. Sapete dirmi se è ancora così?

    4. Qualche consiglio su quale poker room scegliere? Tenete presente che do priorità al field rispetto alla back.

    Grazie a tutti per i consigli
    Ultima modifica di MiterP; 22-09-2018 alle 15:13

  2. #2
    Antonius L'avatar di conilmionome
    Registrato il
    Oct 2010
    Reputazione
    60
    Posts
    2,319
    Citato in
    165 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da MiterP Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    visto che è il primo post che faccio mi sembra corretto presentarmi: mi chiamo Andrea e ho 32 anni.
    Vista la situazione del poker in Italia, e constatato che l’attuale governo non sembra propenso ad un rilancio del settore, ho deciso che è arrivato il momento di trasferirsi all’estero.
    Non sono ancora certo della destinazione, e prima di prendere una decisione definitiva vorrei capire alcune cose che non mi sono chiare, e che francamente non sono riuscito a comprendere appieno leggendo in giro o chiedendo ad altri giocatori.
    Ho quindi pensato di chiedere consiglio a voi.
    Ringrazio anticipatamente tutti per l’aiuto.

    1. In questo momento secondo voi è preferibile andare in un paese da cui posso giocare sul .com, o meglio il .es? Sicuramente sul .com c’è più traffico, ma a livello di field (NL100) ci sono grandi differenze?

    2. Discorso tasse: in alcuni paesi la tassazione sul poker è davvero molto alta.
    Se io dovessi prendere solo il domicilio in un determinato paese, ma mantenessi la residenza in Italia, posso comunque giocare sul.com pur non pagando la tassazione di quello Stato?
    Prendiamo per esempio che io volessi trasferirmi in uno dei posti peggiori al mondo a livello di tassazione sul poker: Creta.
    Ora, se io prendo solo il domicilio lì, ma tengo la residenza in Italia, potrei comunque giocare sul .com? E se sì, devo pagare le tasse in Grecia, oppure con il sistema italiano (ossia nulla)?

    3. Uno dei Paesi che sto considerando è la Slovenia.
    Ho letto in un post di diversi anni fa che lì non c’è alcuna tassazione sul poker online. Sapete dirmi se è ancora così?

    4. Qualche consiglio su quale poker room scegliere? Tenete presente che do priorità al field rispetto alla back.

    Grazie a tutti per i consigli
    Rispondo in velocità dal cell. Stai sbagliando un po’ di cose.
    La principale è che in Italia non paghi le tasse se giochi su .it su siti aams.
    Altrimenti su .com dovresti dichiarare le vincite con una tassazione assurda. Puoi ovviamente non dichiarare nulla a tuo rischio e pericolo però.
    Dove si gioca .com bene o male puoi iscriverti anche su .es se non sbaglio è aperta a tutti.
    Slovenia mi sembra abbia oscurato pokerstars.
    Se sei incerto o titubante tira un 5 oppure un fante

  3. #3
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    3
    Citato in
    0 Post(s)

    Predefinito

    Grazie mille per l'aiuto.
    Non avevo idea che si dovessero dichiarare le vincite del .com in Italia: beh, questo esclude un po' di posti.
    Avevo letto un articolo di un paio di anni fa sulla Slovenia, che aveva oscurato pokerstars, ma speravo le cose si fossero sistemate. Che tu sappia sulle altre piattaforme si può comunque giocare?
    Per quanto riguarda il .es non ho ben capito: a me hanno detto che in teoria ci riesci a giocare da qualunque Paese, ma nella pratica se non hai un codice fiscale spagnolo, francese o portoghese non puoi prelevare. Però non so se sia vero o la solita leggenda metropolitana.


    Grazie mille per i consigli

  4. #4
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Jul 2012
    Località
    Cagliari
    Reputazione
    26
    Posts
    1,062
    Citato in
    40 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    Ciao, se non ricordo male nel Regno Unito e in Irlanda il poker è esentasse. Io stesso stavo valutando il trasferimento per giocare su .com e mi hanno dato appunto queste info. Ora ho un pò accantonato il progetto ma non appena il traffico agli high stakes di pokerstars peggiorerà (o meglio finirà) riprenderò a informarmi bene. Stavo valutando Irlanda e Malta comunque ma quest'ultima mi ispira meno e comunque devi pagare le tasse sulle vincite anche se meno rispetto altri stati europei (credo).

  5. #5
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    3
    Citato in
    0 Post(s)

    Predefinito

    Yes, anche io sapevo che Gran Bretagna e Irlanda erano esentasse, però il costo della vita è parecchio alto.
    Malta l'ho scartata più che altro perché è uno dei paesi al mondo con la più alta densità, e sinceramente stare su un'isola minuscola con tantissima gente non mi ispira tantissimo.

    Ho scritto a partypoker.es, che mi ha confermato che per giocare su quella piattaforma occorre avere la residenza spagnola.
    Ho chiesto su un forum spagnolo com'è la tassazione lì, e mi hanno scritto:

    https://www.bing.com/images/search?v...x=1&ajaxhist=0

    "estas son las tablas sobre las que tributas, teniendo en cuenta que los 5150€ primero son gratis por considerarse el minimo vital para una persona, es decir si ganas 8k en un año pagas el 19% de 2850€ (algo asi como 550€) y si ganaras 20k, los primeros 5k serian gratis, de 5k a 12k pagas el 19% y sobre los 8k restantes pagas el 24%, supongo que se entiende"

    Non è semplice come pensavo…
    Che voi sappiate dalla Croazia e dalla Slovenia si può giocare su .com (a parte pokerstars che pare oscurato)? E a livello di tassazione?

  6. #6
    Tight Agressive L'avatar di OBBLIGOVINCERE
    Registrato il
    May 2014
    Reputazione
    0
    Posts
    443
    Citato in
    69 Post(s)

    Predefinito

    Malta riguardo la tassazione è un grandissimo punto interrogativo, ognuno ha un risposta diversa.

    Inviato dal mio LEX626 utilizzando Tapatalk

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •