Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 34567
Risultati da 121 a 139 di 139
Like Tree123Likes

Discussione: Amazon

  1. #121
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,939
    Citato in
    850 Post(s)

    Predefinito

    il rendimento marginale del lavoro sia decrescente all'aumentare delle ore lavorate

    Questo è vero per le mansioni in cui è possibile che la qualità del lavoro possa assumere un valore inferiore rispetto alle richieste.

    Cioè: il corriere che fa l'ultimo miglio esce dal deposito con X consegne da fare PUNTO, non x consegne da fare nel tempo di lavoro. Sta a lui farle tutte nelle 6h di consegna per evitare di doverne lavorare 1 extra per chiudere il tutto.

    Idem per quelle mansioni ripetitive nel tempo in cui la "stanchezza" impatta moooolto meno rispetto al che ne so dove viene riposto l'utensile necessario.

    In realtà voi la mettete giù agganciando strettamente l'economia alla mansione del lavoratore. Io vorrei che il focus si concentri solo sull'ingegneria del compito/mansione. Perchè il senso del topic è "guarda le condizioni di lavoro di chi smazza in amazon" non "guarda quanto poco guadagnano o quanto profitto mente in tasca amazon sfruttando i lavoratori".

    Ma magari non vi va e va bene così..
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  2. #122
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,247
    Citato in
    2932 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fpolle Visualizza Messaggio
    Alt. Mi pare abbastanza ovvio che il rendimento marginale del lavoro sia decrescente all'aumentare delle ore lavorate in un giorno dopo un qualche numero di ore. L'intuizione è facile: dopo x ore sono stanco e performo peggio.

    Secondo me lui ha ragione a dire questa cosa, purtroppo l'analisi è superficiale e vanno fatti altri ragionamenti come:
    - devi assumere più persone -> burocrazia e costi di assunzione
    - queste persone poi non le puoi praticamente licenziare, almeno in Italia, situazione che comporta rischi

    ma soprattutto chi prende la decisione deve considerare se il presunto aumento di produttività apportato dal nuovo lavoratore copre i costi di cui sopra e gli altri che non ho considerato (tipo la formazione iniziale, le tasse etc etc).
    Non è così ovvio. Ci sono attività dove il meglio non lo dai subito. Ci sono attività dove se interrompi non sei sostituibile e "perdi il filo". Esempio a caso, scrivere.

    Poi ci sono tantissime attività dove l'esperienza specifica ti rende + produttivo.

    Quindi se tu lavori 1000 ore l'anno invece che 1500, dopo 3 anni hai 3000 ore di esperienza invece che 4500. E' plaubisile che in tanti settori tu all'anno T+3 sia meno produttivo di quanto saresti stato, se hai lavorato meno. E' possibile che questo effetto sia superiore al calo di produttività delle extra ore lavorate in quegli anni. L'esperienza non si somma.

    Esempio numerico 3 persone a 1000 ore l'anno, vs 2 a 1500 l'anno. Partono tutte a produttività 100, però le extra-ore delle seconde (anche se la scienza non è netta a riguardo) le facciamo produrre meno.

    Quindi anno 1 producono 3000*100 da un lato, vs 2000*100 + 1000 * 90 dall'altro. Hai persi 10k unità di produzione

    Se però questo aumenta la produttività del 2% in + per chi ha + esperienza ecco che l'anno dopo hai

    3000*101 vs 2000*103 + 1000 * 93. Il gap si riduce a solo 4k unità di produzione.

    E poi dall'anno dopo in avanti hai un vantaggio per i 2 lavoratori fulltime.

    Ovviamente queste sono tutte ipotesi che dipendono dai numeri. Qui ho stimato 10% in meno di produzione per le 500 ore extra, e 2% di aumento della produttività per le 500 ore lavorate in +, i numeri possono essere diversi.

    Ma c'è un sacco di letteratura sull'importanza per la produttività dell'esperienza. E in generale se fai lavorare ciascuno meno costituisci meno capitale umano.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  3. #123
    Calling Station
    Registrato il
    Mar 2012
    Reputazione
    0
    Posts
    194
    Citato in
    20 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yomik Visualizza Messaggio
    Il fatto è che un certo tipo di beni possono essere prodotti a prezzi di mercato interessanti, solo in un certo modo.

    La globalizzazione avrebbe dovuto illuminare i nostri imprenditori inducendoli ad abbandonare un certo tipo di produzioni (magari delocalizzando (e facendolo bene non come i pappagalli, e se volete ne parliamo)) per concentrarsi su ricerca, sviluppo ed innovazione.

    L'azienda che produceva viteria in una provincia lombarda e che nel 2014-15 whinava perchè i cinesi l'avevano mandata schienata, io potevo e posso capirla fino ad un certo punto, perchè nel momento in cui mandi tuoi figlio all'università e ti torna a casa dicendo "papà devi ottimizzare, devi abbandonare questa produzione e produrre qualcosa che solo tu sai fare" e te ridendo lo prendi per il culo, te lo meriti di andare rotto. Mi dispiace per i tuoi dipendenti che poverini non han colpa, ma per te no.

    Questo per dirvi che per anni anni e anni determinate figure professionali (aka ing.gestionali o ing.industriali) in italia venivano presi a pesci in faccia atc da gente che 3-4 anni dopo è finita gambe all'aria per colpa di una non-cultura dell'innovazione tipica italiana (altrove non è che fossero messi mooolto meglio, ma pur sempre un filo meglio di noi). E' ovvio che in questo contesto una gestione aziendale tipo quella di amazon suona come il demonio.
    Dillo a quella parte dell'industria del settore tessile andata in fallimento negli anni '90/inizi 2000, nelle zone tra Correggio, Carpi, Modena "per colpa di una non-cultura dell'innovazione".
    Cioè, voi che 'siete studiati', ma che evidentemente queste cose le avete lette solo sui libri/tesi di laurea, siete davvero convinti che il problema del fallimento sia dovuto solo alla, presunta, staticità di certi personaggi?
    Rivoltare un settore industriale, "inventandosi qualcosa che solo io so fare" o delocalizzare un intero comparto produttivo, perché altrove (leggasi Cina/India/Bangladesh), secondo voi, si innovano?
    Gente che si è svegliata e ha girato l'Asia e l'America, tentando di capire dove poter migliorare, non per fare concorrenza a un mondo in rivoluzione, ma anche solo per 'sopravvivere'.
    O pensate veramente che le vecchie guardie, "andate schienate", fossero tutte dei dinosauri incapaci di pensare 100 metri oltre il loro naso?
    Per piacere, su.
    Lo dico col massimo rispetto per le opinioni di nessuno

  4. #124
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,939
    Citato in
    850 Post(s)

    Predefinito

    Cioè, voi che 'siete studiati', ma che evidentemente queste cose le avete lette solo sui libri/tesi di laurea, siete davvero convinti che il problema del fallimento sia dovuto solo alla, presunta, staticità di certi personaggi?

    STRA-CONVINTO.

    Sul resto del post non commento perchè non ho capito cosa intendi dire.

    //

    Ho un amico che fa l'export manager per il tessile toscano. 3 anni fa è partito per la Korea del Sud grazie ad un consorzio di piccole aziende in collaborazione con l'uni di Torino, con l'obiettivo di aprire il mercato locale prima e continentale poi, alle aziende consorziate.

    Sai 20 e passa marchi quanto misero assieme per spedire sto tizio lì? 20k nella più totale diffidenza.

    Oggi stampano infinito grazie a lui e obv lo pagano come merita ma per dirti: quando è partito nemmeno gli rispondevano al telefono quando chiamava per avere qualche campionario in più.

    Qui il suo racconto

    https://www.youtube.com/watch?v=v9khVQJyvKE

    Consorzio Borgo Italia
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  5. #125
    Scandinavian LAG L'avatar di corvopoker
    Registrato il
    Dec 2009
    Località
    Bari
    Reputazione
    0
    Posts
    595
    Citato in
    712 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    C'è anche un altro punto su cui discutere secondo me: negli ultimi 20-30 anni, gli imprenditori stan sempre più scomparendo,venendo sostitutiti dai Manager,con tutto ciò che questo comporta, a livello di visione "breve periodo" - "lungo periodo" soprattutto

  6. #126
    Calling Station
    Registrato il
    Mar 2012
    Reputazione
    0
    Posts
    194
    Citato in
    20 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yomik Visualizza Messaggio
    Cioè, voi che 'siete studiati', ma che evidentemente queste cose le avete lette solo sui libri/tesi di laurea, siete davvero convinti che il problema del fallimento sia dovuto solo alla, presunta, staticità di certi personaggi?

    STRA-CONVINTO.

    Sul resto del post non commento perchè non ho capito cosa intendi dire.

    //

    Ho un amico che fa l'export manager per il tessile toscano. 3 anni fa è partito per la Korea del Sud grazie ad un consorzio di piccole aziende in collaborazione con l'uni di Torino, con l'obiettivo di aprire il mercato locale prima e continentale poi, alle aziende consorziate.

    Sai 20 e passa marchi quanto misero assieme per spedire sto tizio lì? 20k nella più totale diffidenza.

    Oggi stampano infinito grazie a lui e obv lo pagano come merita ma per dirti: quando è partito nemmeno gli rispondevano al telefono quando chiamava per avere qualche campionario in più.

    Qui il suo racconto

    https://www.youtube.com/watch?v=v9khVQJyvKE

    Consorzio Borgo Italia
    Quindi, ripeto, secondo te un intero settore industriale è andato a gambe all'aria per "staticità".
    Non so cosa vi insegnino all'uni, ma ho paura che ci siano delle lacune piuttosto grosse da colmare.
    O si sono persi una trentina d'anni di storia o mancano delle fonti dirette cui attingere.
    fpolle likes this.
    Lo dico col massimo rispetto per le opinioni di nessuno

  7. #127
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,939
    Citato in
    850 Post(s)

    Predefinito

    che ti devo dire, hai ragione tu...
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  8. #128
    Monkey Tilt L'avatar di fpolle
    Registrato il
    Dec 2010
    Reputazione
    13
    Posts
    1,383
    Citato in
    108 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yomik Visualizza Messaggio
    Cioè, voi che 'siete studiati', ma che evidentemente queste cose le avete lette solo sui libri/tesi di laurea, siete davvero convinti che il problema del fallimento sia dovuto solo alla, presunta, staticità di certi personaggi?

    STRA-CONVINTO.
    - Imposizione fiscale sulle imprese elevatissima, la più alta in Europa, che toglie spazio a investimenti;
    - Mancanza di incentivi all'investimento;
    - Tessuto di piccole-medie imprese (per volontà politica), che non possono investire più di tanto in r/d;

    le prime tre che mi vengono in mente

  9. #129
    Moderatore L'avatar di yomik
    Registrato il
    Sep 2008
    Reputazione
    111
    Posts
    6,939
    Citato in
    850 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fpolle Visualizza Messaggio
    - Imposizione fiscale sulle imprese elevatissima, la più alta in Europa, che toglie spazio a investimenti;
    - Mancanza di incentivi all'investimento;
    - Tessuto di piccole-medie imprese (per volontà politica), che non possono investire più di tanto in r/d;

    le prime tre che mi vengono in mente
    Boh però sembra che non mi leggete. Ve lo ripeto: io non parlo dal punto di vista economico, io parlo dal punto di vista ingegneristico.

    Le produzioni sono rimaste le stesse per 3 decadi. Le vecchie linee di produzione invece che essere smantellate vengono RIVENDUTE tutt'oggi (e vi posso fare esempi concreti). Ciò significa che ci sono imprenditori che accettano oggi di produrre con tecniche e tecnologie di 2-3 decadi fa, invece di pensare al futuro e spendere per costruire una linea di produzione ancora più ottimizzata.

    Non venite a parlarmi dell'aspetto fiscale perchè a) non è il mio campo b) betterei tranquillo tranquillo di poter vincere che anche in presenza di un certo tipo di condizione favorevole, le imprese italiane difficilmente avrebbero innovato.

    Siamo il paese che aggiusta la funzione di costo della produzione con un coefficiente di ostacolo all'innovazione. Non so se mi spiego...

    ///

    A conferma del fatto che l'imprenditore italiano affronta le cose a cazzo vi posso portare esempi di delocalizzazioni nell'est europeo fatte per sfruttare un regime fiscale più vantaggioso ed un costo del lavoro ridicolo, che sono cmq andate a fondo perchè gli imprenditori si rifiutavano di fare uno studio completo di tutto ciò che ruota attorno all'impianto industriale ed una volta lì si sono resi conto di aver aperto un sito industriale lontano infinito da strade, porti, aeroporti, centrali elettriche, città medio grandi etc. Qua al Poliba abbiamo un lab di ricerca (che spero mi conceda la tesi) proprio su questo punto, al quale si sono rivolte aziende portate a forza da banco popolare di bari prima di procedere all'erogazione di mutui o prestiti, che studiano le delocalizzazioni e non avete idea di quanti casi vengono bollati con parere negativo perchè l'imprenditore ha fatto solo qualche conto invece di affrontare l'intera situazione costi.

    Se questa non vi sembra arretratezza culturale...
    Ultima modifica di yomik; 20-11-2016 alle 11:09
    Chi ha assimilato il concetto di lungo periodo nel poker e lo applica alla vita reale, farà scelte sempre migliori degli altri; a volte il risultato sarà positivo a volte no, perchè come ho detto la varianza real life è molto + sick della varianza a poker; ma intanto costui saprà andare dritto sulla sua strada e nel long term avrà sempre ragione su chi basa le proprie scelte sui results immediati.

    My blog

    you can't climb the ladder of success with your hands in your pockets

  10. #130
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,247
    Citato in
    2932 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fpolle Visualizza Messaggio
    - Imposizione fiscale sulle imprese elevatissima, la più alta in Europa, che toglie spazio a investimenti;
    - Mancanza di incentivi all'investimento;
    - Tessuto di piccole-medie imprese (per volontà politica), che non possono investire più di tanto in r/d;

    le prime tre che mi vengono in mente
    Il fatto che noi soffriamo di nanismo aziendale da sempre e nel mondo globalizzato servono i gruppi enormi per dominare (il tuo punto 3, ma non per questioni di r&d) è rilevante.

    Ma cmq fino alla crisi,, tenevamo botta lo stesso. E se nel 2005 tenevamo botta bene significa che non è tanto un problema di globalizzazione o concorrenza cinese o gente che fugge con la produzione etc etc.

    Chi dice che è questione di imprenditori che fuggono, di questo e di quell'altro legato alla globalizzazione, deve spiegare il periodo 2000-2008 di questo grafico, spiegare perchè non è una retta in calo

    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  11. #131
    Monkey Tilt L'avatar di fpolle
    Registrato il
    Dec 2010
    Reputazione
    13
    Posts
    1,383
    Citato in
    108 Post(s)

    Predefinito

    R/d è rilevante per l'innovazione, per stare al passo con chi va avanti. Non è ugualmente necessaria in tutti i settori.

    Il grafico che mostri evidenzia, per il periodo 2000-2008 un'Italia con trend stagnante ed una Germania in crescita. Se non è immobilismo quello. Relativamente a loro (e agli altri competitor europei) siamo calati.

    Comunque io non dico che è colpa della globalizzazione o altro, ho solo elencato 3 concause alternative a quella indicata da @yomik, che cmq secondo me è una conseguenza di un sistema e non una causa.

    La differenza tra punto di vista ingegneristico ed economico non esiste, sono due facce della stessa medaglia. Tu parli di impianti obsoleti, l'economista dice mancanza di investimento. Stessa roba.

  12. #132
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,247
    Citato in
    2932 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fpolle Visualizza Messaggio
    R/d è rilevante per l'innovazione, per stare al passo con chi va avanti. Non è ugualmente necessaria in tutti i settori.

    Il grafico che mostri evidenzia, per il periodo 2000-2008 un'Italia con trend stagnante ed una Germania in crescita. Se non è immobilismo quello. Relativamente a loro (e agli altri competitor europei) siamo calati.

    Comunque io non dico che è colpa della globalizzazione o altro, ho solo elencato 3 concause alternative a quella indicata da @yomik, che cmq secondo me è una conseguenza di un sistema e non una causa.

    La differenza tra punto di vista ingegneristico ed economico non esiste, sono due facce della stessa medaglia. Tu parli di impianti obsoleti, l'economista dice mancanza di investimento. Stessa roba.
    Germania era sotto a un treno 2001-2002 (infatti vedi che recupera pari prod industriale del 2001 nel 2005).

    Non è questione di immobilismo, è questione che se fosse vero che scappavano tutti etc etc avresti avuto una retta in calo dal 2000 (o anche prima) per la prod industriale italiana.

    Invece non hai ninte di tutto questo, nel 2007 si produce al picco quasi 10% in + che nel 2003-2004, e poi il tracollo imbarazzante.

    Il confronto con la germania dipende anche dai rapporti di forza, ma ho messo il grafico non per confrontare con la germania (nn ho trovato il grafico solo italia), ma per guarda la prod industriale italiana e dimostrare che le tesi anti-globalizzazione non hanno senso in merito, dato che tutto il disastro c'è stato SOLO con la crisi globale. Prima le cose andavano tranquille. Non gioiose ma tranquille.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  13. #133
    Monkey Tilt L'avatar di fpolle
    Registrato il
    Dec 2010
    Reputazione
    13
    Posts
    1,383
    Citato in
    108 Post(s)

    Predefinito

    Ma io non ho scritto che scappavano tutti...

  14. #134
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    19,247
    Citato in
    2932 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fpolle Visualizza Messaggio
    Ma io non ho scritto che scappavano tutti...
    Tu no, altri nel thread sì
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  15. #135
    Calling Station
    Registrato il
    Mar 2012
    Reputazione
    0
    Posts
    194
    Citato in
    20 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yomik Visualizza Messaggio
    che ti devo dire, hai ragione tu...
    Non voglio aver ragione a tutti i costi, ma magari che ti venga il sospetto che l'ho vissuta e non parlo per via teorica o per sentito dire?
    Vuoi che parliamo del settore del trattamento termico dei metalli o del trattamento delle lamiere in acciaio?
    O sono sempre tutti dei pecoroni che non hanno il coraggio di r-innovo?
    Non è che mi diverta a 'fare a gara' a chi ha fatto più schifo in termini economici, ma davvero non potete permettervi di ridurre tutto a 'siccome altrove c'è concorrenza, allora bisogna rinnovarsi o cambiare totalmente lavoro/delocalizzare'.
    Non è che la concorrenza che c'è altrove sia di qualità, eh, quindi le cause della crisi di certi settori sono forse più complesse di così.
    Lo dico col massimo rispetto per le opinioni di nessuno

  16. #136
    Tight Agressive
    Registrato il
    Oct 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    212
    Citato in
    15 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito



    è OT lo so, ma non volevo aprire un 3d apposta


    brutto?

  17. #137
    Scandinavian LAG L'avatar di xplosive
    Registrato il
    Dec 2012
    Reputazione
    17
    Posts
    859
    Citato in
    68 Post(s)
    For us to live any other way was nuts. Uh, to us, those goody-good people who worked shitty jobs for bum paychecks and took the subway to work every day, and worried about their bills, were dead. I mean they were suckers. They had no balls.

  18. #138
    Calling Station
    Registrato il
    Jun 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    147
    Citato in
    90 Post(s)

    Predefinito

    E' sicuro utilizzare la carta di credito su Amazon? Non ho più prepagate e l'ultima che avevo collegata al conto è scaduta, accettano solo pagamenti con carta e non ho intenzione di richiedere nuove prepagate. Posso fidarmi o è meglio evitare?

  19. #139
    Scandinavian LAG L'avatar di ceca77
    Registrato il
    Mar 2008
    Località
    Teletubbylandia
    Reputazione
    11
    Posts
    506
    Citato in
    187 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Diamond995 Visualizza Messaggio
    E' sicuro utilizzare la carta di credito su Amazon? Non ho più prepagate e l'ultima che avevo collegata al conto è scaduta, accettano solo pagamenti con carta e non ho intenzione di richiedere nuove prepagate. Posso fidarmi o è meglio evitare?
    Io saranno dieci anni che uso solo carta di credito, mai successo nulla
    Diamond995 and supersam like this.
    Shit happens

Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 34567

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •