Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree2Likes
  • 1 Post By Luciom
  • 1 Post By nerowolf

Discussione: [Chiedilo a Cbet] Cartella esattoriale a residente estero

  1. #1
    Scandinavian LAG L'avatar di nerowolf
    Registrato il
    Jul 2011
    Località
    Svizzera - Leventina
    Reputazione
    5
    Posts
    665
    Citato in
    174 Post(s)

    Predefinito [Chiedilo a Cbet] Cartella esattoriale a residente estero

    Ciao cbet, ti disturbo per un problema:

    Ricevo oggi dall'agenzia delle entrate una intimazione di pagamento (entro cinque giorni) per un debito IVA del 2004, notificato nel luglio 2008 in italia per l'importo di circa 22.000€ riferita a una ditta individuale chiusa nel 2004/2005. Per far prima, diciamo che non l'ho pagata perché non ho più i documenti di quegli anni.

    Le domande sono:

    a) la prescrizione vale dal 2004 o dal 2008?
    b) sono cittadino italiano residente all'estero (Svizzera e iscritto AIRE) dal 2012, quali procedure può avviare l'agenzia per riscuotere il debito?
    c) quali rischi connessi al non pagamento?

    La garrotta dei cinque giorni scade lunedì, sarei grato se poteste darmi lumi in merito a brevissimo.
    Una volta all'anno commetto un errore (piccolissimo) proprio per evitare di sentirmi immortale, infallibile, imprescindibilmente utile.


    Oltre il poker: Nerowolf racconta

  2. #2
    Calling Station
    Registrato il
    Mar 2009
    Reputazione
    7
    Posts
    105
    Citato in
    2 Post(s)

    Predefinito

    Solitamente 5 giorni mi sembrano troppo pochi sei sicuro che sia autentico, dovresti collegarti alle agenzie delle entrate e verificare tutto.... li trovi anche forse i documenti ....

    Ci sono i registri delle imprese , e altro o no?

  3. #3
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,947
    Citato in
    2919 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nerowolf Visualizza Messaggio
    Ciao cbet, ti disturbo per un problema:

    Ricevo oggi dall'agenzia delle entrate una intimazione di pagamento (entro cinque giorni) per un debito IVA del 2004, notificato nel luglio 2008 in italia per l'importo di circa 22.000€ riferita a una ditta individuale chiusa nel 2004/2005. Per far prima, diciamo che non l'ho pagata perché non ho più i documenti di quegli anni.

    Le domande sono:

    a) la prescrizione vale dal 2004 o dal 2008?
    b) sono cittadino italiano residente all'estero (Svizzera e iscritto AIRE) dal 2012, quali procedure può avviare l'agenzia per riscuotere il debito?
    c) quali rischi connessi al non pagamento?

    La garrotta dei cinque giorni scade lunedì, sarei grato se poteste darmi lumi in merito a brevissimo.
    Dagli elementi che metti, da quel che so io (NOTA; non è il mio lavoro), la notifica è corretta.

    Nel senso che le dichiarazioni e in generale i crediti con il fisco si prescrivono dopo 5 anni la presentazione dell'errata dichiarazione o il generarsi del debito verso il fisco. Ma la prescrizione di tale credito che il fisco vanta nei tuoi confronti si interrompe "quando se ne accorge".

    Ovvero, detta grezza che potrei sbagliare a usare i termini tecnici del diritto. Se entro 5 anni non sgamano, cazzi loro. Se entro 5 anni sgamano e te lo fanno sapere, te vai in debito vs il fisco. A quel punto come ogni credito in generale è eterno. I 5 anni dovrebbero essere da quello della dichiarazione (not sure per l'iva), cmq nel tuo caso son sicuro del giusto loro (notifica 2008 di mancato pagamento 2004).

    Questo per rispondere ad a).

    Per b) può dipendere da accordi bilaterali (o area economica europea?) che non conosco. Non so se possono aggredire un tuo conto corrente in svizzera ma non lo escluderei a priori. Anzi alla pari betterei che possono.

    Per c) che poi è collegato a b), anche nell'ipotesi che non possano toccarti nulla di ciò che detieni in svizzera, magari prima o poi erediti da parente italiano (es) e si rifanno su quello, e/o comunque non potrai mai avere proprietà a tuo nome in italia senza correre l'elevatissimo rischio che vengano pignorate.

    Non so a livello di "credit score" se c'è qualcosa di pan-europeo, nel senso che tale debito non pagato va a renderti + difficile accedere a credito altrove. Anche qui non escluderei a priori.
    nerowolf likes this.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  4. #4
    Scandinavian LAG L'avatar di nerowolf
    Registrato il
    Jul 2011
    Località
    Svizzera - Leventina
    Reputazione
    5
    Posts
    665
    Citato in
    174 Post(s)

    Predefinito

    Ty Lucio. Ho risolto comunque i misteri. Se servisse domani li scrivo che da cellulare è un incubo
    supersam likes this.
    Una volta all'anno commetto un errore (piccolissimo) proprio per evitare di sentirmi immortale, infallibile, imprescindibilmente utile.


    Oltre il poker: Nerowolf racconta

  5. #5
    Tight Agressive L'avatar di Guidus88
    Registrato il
    Jun 2012
    Località
    Firenze
    Reputazione
    4
    Posts
    402
    Citato in
    28 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Dagli elementi che metti, da quel che so io (NOTA; non è il mio lavoro), la notifica è corretta.

    Nel senso che le dichiarazioni e in generale i crediti con il fisco si prescrivono dopo 5 anni la presentazione dell'errata dichiarazione o il generarsi del debito verso il fisco. Ma la prescrizione di tale credito che il fisco vanta nei tuoi confronti si interrompe "quando se ne accorge".

    Ovvero, detta grezza che potrei sbagliare a usare i termini tecnici del diritto. Se entro 5 anni non sgamano, cazzi loro. Se entro 5 anni sgamano e te lo fanno sapere, te vai in debito vs il fisco. A quel punto come ogni credito in generale è eterno. I 5 anni dovrebbero essere da quello della dichiarazione (not sure per l'iva), cmq nel tuo caso son sicuro del giusto loro (notifica 2008 di mancato pagamento 2004).

    Questo per rispondere ad a).
    tendenzialmente quello che scrivi è corretto, tendo tuttavia a precisare che:

    (i) fino al Fy 2015 compreso, gli anni entro cui l'amministrazione finanziaria poteva emettere avvisi di accertamento erano 4;
    (ii) a partire dal 2016 gli anni sono passati a 5;
    (iii) ai fini del computo dell'anno dobbiamo considerare la data di scadenza dell'invio della relativa dichiarazione dei redditi. Es1 : Fy 2015 la scadenza della dichiarazione era il 30 settembre 2016, quindi il 2015 si prescrive il 31.12.2020 (2017-2018-2019-2020). Es2: Fy 2016 la scadenza della dichiarazione (redditi) era il 31 ottobre 2017, quindi il 2016 si prescrive il 31.12.2022 (2018-2019-2020-2021-2022)

    Per quanto riguarda il caso preciso di OP, occupandomi esclusivamente di Società, non ti saprei dire di preciso. Però pare che tu abbia risolto, anyway se ti serve un double check, a tempo perso, posso darci un occhio.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •