Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 28
Like Tree15Likes

Discussione: Lavoro

  1. #1
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    0
    Citato in
    1 Post(s)

    Predefinito Lavoro

    visto che nel forum ho letto di persone esperte in tutti i campi, provo a chiedere consiglio.

    Vorrei sapere come rendermi più competitivo sul mercato del lavoro.
    Attualmente ho un diploma (inutile) e niente uni.
    Ho lavorato per 3 mese in un negozio (addetto alle vendite/magazzino, ma solo nel periodo estivo), e per poche settimane in una fabbrica. Non sono esperienze molto utili.

    Ho visto moltissimi corsi online su campi disparati, ma capire la fruibilità dell'attestato che ti danno è impossibile, e non posso andare "a tentativi", per ovvie ragioni.

    Quindi voi che mi consigliereste?
    No troll please.

  2. #2
    Calling Station
    Registrato il
    Dec 2007
    Reputazione
    0
    Posts
    178
    Citato in
    5 Post(s)

    Predefinito

    Esperienza all'estero...studiare inglese o altra lingua alla perfezione e poi proporsi in Italia o anche fuori nel campo del turismo-tour operator -
    Esempio mio caro amico con solo diploma e poi due anni in uk oggi ha ottimo lavoro in tour operator ma conoscendo bene lingue anche in via di sviluppo tipo russo cinese arabo etc apre un sacco di prospettive

  3. #3
    Calling Station
    Registrato il
    Aug 2015
    Reputazione
    0
    Posts
    75
    Citato in
    4 Post(s)

    Predefinito

    Quoto il consiglio di studiare una o più lingue perché aiuta tanto, ma ti consiglio di questi tempi assolutamente il tedesco. Purtroppo nonostante tutte le economie in via di sviluppo (tra cui anche India e Brasile) il crucchese rimane la lingua più richiesta (oltre all'inglese ovviamente), anche perché per quanto riguarda lingue come russo o cinese "purtroppo" ci sono così tanti madrelingua in Italia che non è così scontato trovare un buon lavoro. E te lo dico con cognizione di causa, dato che sono laureato in lingue (russo prima lingua) e lavoro nel turismo

  4. #4
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    0
    Citato in
    1 Post(s)

    Predefinito

    grazie a entrambi

    Esperienza all'estero, per motivi economici mi è attualmente impossibile.
    Riguardo all'imparare una lingua si può fare da autodidatta/corsi in italia, secondo voi avrebbero la stessa efficacia?

  5. #5
    Monkey Tilt L'avatar di eternity
    Registrato il
    Oct 2007
    Reputazione
    21
    Posts
    1,830
    Citato in
    25 Post(s)

    Predefinito

    Il consiglio che mi sento di darti è quello di seguire le tue passioni, non c'è niente di peggio che fare un lavoro che non piace e che non da soddisfazione. Trova quello che ti piace fare e lavora in quel campo, il resto viene da solo, es:
    - ti piace elettronica -> sviluppo software o progettazione circuiti / schede / etc
    - ti piace il mare -> istruttore sub / guida turistica / etc
    e così via...

    Per quanto riguarda le lingue un'esperienza all'estero è sicuramente più efficace piuttosto che imparare da autodidatta, anche se con un discreto impegno molte lingue puoi riuscirci anche da solo (imo).

  6. #6
    Calling Station
    Registrato il
    Dec 2007
    Reputazione
    0
    Posts
    178
    Citato in
    5 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DRew Visualizza Messaggio
    grazie a entrambi

    Esperienza all'estero, per motivi economici mi è attualmente impossibile.
    Riguardo all'imparare una lingua si può fare da autodidatta/corsi in italia, secondo voi avrebbero la stessa efficacia?
    Diciamo NI ...nel senso che imparare una lingua vivendoci è molto differente rispetto a studiarlo stando in Italia...solo il fatto di doverlo sentire e parlare continuamente...comunque andare in Uk o Germania (ottimo il consiglio per il tedesco) vuol dire andarci a lavorare/studiare facendo un corso la e mantenersi con sacrificio obv facendo lavori che trovi ...da lavapiatti in su..
    Ovviamente è uno/due anni di sacrificio ma se sei giovani ti ripagherà in futuro sicuramente ...obv nel tuo caso che non hai fatto Uni...e cerchi qualcosa che ti aiuti ad entrare nel mondo del lavoro in maniera intelligente ...
    Un altro esempio ..almeno qualche anno fa alle Canarie cercavano un sacco di personale nel turismo che sapesse il Tedesco ma ripeto imho oggi per un giovane italiano che non fa università (e comunque è fondamentale anche in quel caso) la conoscenza di una lingua ti può dare una spinta in più e aprirti tante porte a livello professionale ...
    Quindi non ci penserei proprio due volte avessi 20-25 anni a prendere e partire

  7. #7
    Scandinavian LAG L'avatar di Pierelfo
    Registrato il
    Jul 2010
    Località
    Firenze
    Reputazione
    25
    Posts
    811
    Citato in
    492 Post(s)

    Predefinito

    Prendere e partire "a caso" non serve a niente IMO, ed anzi spesso si traduce solo in una perdita di tempo e di soldi.
    Dipende da qual è il tuo obiettivo, e per capirlo devi partire da quello che sai fare, o da quello che per tue caratteristiche personali potresti imparare meglio e prima di altri.
    Quello che ti piace può darti un'indicazione, ma non tutto quello che vorresti fare sarai in grado di farlo, per questo devi essere onesto e dirti: in cosa sono bravo?
    Considera infine che gli attestati possono servire, ma il saper fare conta molto di più.
    Ad esempio, se sei un drago di Photoshop che tu l'abbia imparato facendo il corso a pagamento o I fotomontaggi su 2+2 è sostanzialmente irrilevante.
    "Fumi?"
    "No, ma faccio tutto il resto..."
    "Che brutto vizio..."

  8. #8
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    0
    Citato in
    1 Post(s)

    Predefinito

    Questa cosa del tedesco mi sta convincendo, penso di poter provare, anche se guardando qualche cosa di grammatica sembra molto complicato.
    In inglese sono a un buon livello, ho problemi nella comprensione orale più che altro. (esempio stupido, ascoltando una canzone non capisco gran parte del testo, ma se leggo quello stesso testo in inglese comprendo, solitamente, tutto).

    Riguardo all'esempio di photoshop che faceva Pierelfo, non credo che sia corretto.
    Quando una persona ti chiama per avere un colloquio non ti da la possibilità di provare sul campo tutto, sceglie in base al CV.
    In questo caso tra "laurea in XXX" e "corso da Pippo", ovviamente, scelgono tutti il primo.
    Una lingua penso sia più fruibile di un corso di PS, per dirne uno, chiedevo in questo forum proprio per sfruttare le esperienze di qualche utente (non credo di essere l'unico in questa situazione)
    (magari mi sbaglio, ma suppongo sia cosi)

    In cosa sei bravo?
    credo di essere bravo a fare solo una cosa, scrivere. Grazie ad un ex professore delle superiori ho avuto modo di sostituire una persona (in via ufficiosa diciamo) per una sottospecie di rubrica per un brevissimo periodo (è troppo considerarlo un lavoro), oltre a quello non ci sono state possibilità in quel senso, ma non solo per me, anche per chi in quel campo vanta una laurea.
    Non ho altri talenti in particolare (che io sappia )

    Grazie ancora a tutti

  9. #9
    Monkey Tilt L'avatar di ilPIKARO91
    Registrato il
    Aug 2009
    Località
    London
    Reputazione
    19
    Posts
    1,365
    Citato in
    147 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danieleNL Visualizza Messaggio
    la conoscenza di una lingua ti può dare una spinta in più e aprirti tante porte a livello professionale ...
    Quindi non ci penserei proprio due volte avessi 20-25 anni a prendere e partire
    this.
    Ti consiglio pure io di andare all'estero il prima possibile. Se non hai i soldi trovati il primo lavoro che ti permette di racimolare 3-4k e vai.
    Io sono partito per Londra quando ne avevo 21 e ci sono rimasto per 3 anni.
    E' stata una bellissima esperienza che mi ha cambiato la vita e che, sicuramente, inciderà sul mio futuro che sto piano piano cercando di delineare.
    L'Italia non offre nulla di paragonabile per un giovane messo come te o come ero io alla tua età, davvero.
    "è risaputo ormai che dietro ai forum ci sono vere lobby di gente sconosciuta, senza arte e nè pane"

    "Trout aveva scritto su un albero che faceva i soldi. Aveva come foglie i biglietti da venti dollari. I suoi fiori erano titoli di stato. I suoi frutti erano diamanti. Attirava gli esseri umani, che si ammazzavano tra loro intorno alle sue radici e così diventavano un ottimo fertilizzante."

  10. #10
    Scandinavian LAG L'avatar di Seven986
    Registrato il
    Oct 2008
    Località
    Roma
    Reputazione
    174
    Posts
    957
    Citato in
    283 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DRew Visualizza Messaggio
    Riguardo all'esempio di photoshop che faceva Pierelfo, non credo che sia corretto.
    Quando una persona ti chiama per avere un colloquio non ti da la possibilità di provare sul campo tutto, sceglie in base al CV.
    In questo caso tra "laurea in XXX" e "corso da Pippo", ovviamente, scelgono tutti il primo.
    Una lingua penso sia più fruibile di un corso di PS, per dirne uno, chiedevo in questo forum proprio per sfruttare le esperienze di qualche utente (non credo di essere l'unico in questa situazione)
    (magari mi sbaglio, ma suppongo sia cosi)
    Questo è vero, ma non sempre.
    Nell'azienda in cui ero prima cercavano una persona da aggiungere al nostro team, che principalmente sviluppava in Qlikview (Prodotto BI). Visto che è un prodotto che non si studia all'università, i corsi costano parecchio, e uno sviluppatore Qlik non è facile da trovare, avevano deciso di prendere un ragazzo da formare. Ovviamente hanno dato priorità ai laureati, ma si sono ritrovati con l'assumere un diplomato con qualche conoscenza informatica perchè i neolaureati avevano troppe pretese. Si è rivelato un flop, ma la sua occasione l'ha avuta, anche se non aveva il pezzo di carta.

  11. #11
    Banned
    Registrato il
    Apr 2015
    Reputazione
    0
    Posts
    461
    Citato in
    16 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da eternity Visualizza Messaggio
    Il consiglio che mi sento di darti è quello di seguire le tue passioni, non c'è niente di peggio che fare un lavoro che non piace e che non da soddisfazione. Trova quello che ti piace fare e lavora in quel campo, il resto viene da solo, es:
    - ti piace elettronica -> sviluppo software o progettazione circuiti / schede / etc
    - ti piace il mare -> istruttore sub / guida turistica / etc
    e così via...

    Per quanto riguarda le lingue un'esperienza all'estero è sicuramente più efficace piuttosto che imparare da autodidatta, anche se con un discreto impegno molte lingue puoi riuscirci anche da solo (imo).
    Quoto +1

    Se non hai referenze particolari l'unico escamotage per crearle da zero è la spinta propulsiva della passione, tutto il resto vien da sé, all'inizio avrai 1000 villain più esperti di te, impara da loro, successivamente farai parte di quella migliaia e comincerai a respirare "aria di casa", infine sarai quell'uno su mille da cui gli altri 999 imparano.

    Se ti perdi nel percorso devi giocoforza accontentarti di Burger King, McDonald etc. ma anche in questo caso puoi non perdere di vista l'ambizione dell'eccellenza, anche Jungleman cominciò e ricominciò così.
    Serve pazienza, perseveranza, ottimismo, propositivismo inventiva fantasia e quell'etc etc lo devi trovare da solo

    GL
    Ultima modifica di Picc0l0U0m0; 11-07-2016 alle 10:51
    ilPIKARO91 likes this.

  12. #12
    Calling Station
    Registrato il
    Mar 2010
    Reputazione
    0
    Posts
    59
    Citato in
    5 Post(s)

    Predefinito

    Si ok le lingue sono importanti , ma sono inutili se nemmeno tu sai che lavoro fai.
    Il primo passo è decidere una professione e focalizzarti il più possibile nel campo che hai scelto.

    Poi è ovvio che per ogni professione che scegli si aprirà un mondo, da lì in poi dovrai lavorarci su e dimostrare di essere più sveglio degli altri.
    Ripeto: la prima cosa è scegliere cosa fare e focalizzarsi, se vuoi essere uno che sa fare "più o meno tutto" finirai per essere solo uno fra tanti. E in uno fra tanti si gioca al ribasso...
    Mr.Modesty likes this.

  13. #13
    Fish
    Registrato il
    Aug 2011
    Reputazione
    0
    Posts
    38
    Citato in
    6 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DRew Visualizza Messaggio
    Quando una persona ti chiama per avere un colloquio non ti da la possibilità di provare sul campo tutto, sceglie in base al CV.
    No
    E' chiaro che se mi serve un ingegnere elettronico non considero te che non sei laureato, ma per tantissime altre posizioni la laurea non serve/non è fondamentale. Il problema grosso è che per ogni lavoro che non sia di pura fatica tocca studiare. Se non sei andato all'uni per mancanza di mezzi economici questo non è un grande ostacolo, ma se non sei andato perché non hai voglia di studiare è difficile darti consigli efficaci.
    Per farti un esempio, sto/stiamo cercando un commerciale estero. Della laurea non ce ne frega nulla, l'inglese è fondamentale, altre lingue ben viste. Poi capisci da solo che in percentuale servendo l'inglese perfetto la maggior parte delle application son di laureati, ma è contingenza pura.

  14. #14
    Calling Station
    Registrato il
    Aug 2015
    Reputazione
    0
    Posts
    75
    Citato in
    4 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lovecraft911 Visualizza Messaggio
    Si ok le lingue sono importanti , ma sono inutili se nemmeno tu sai che lavoro fai.
    Il primo passo è decidere una professione e focalizzarti il più possibile nel campo che hai scelto
    Mah guarda secondo me a pensarla così di questi tempi ci si tira solo la zappa sui piedi. E' vero che è meglio specializzarsi bene in un ambito piuttosto che essere preparati in maniera mediocre in più campi, ma l'era del "ho studiato per fare x per cui diventerò x" è finita da qualche anno (a meno che non si siano fatti corsi di laurea specifici, di nicchia e che danno lavoro sicuro, ma sono davvero pochi). Adesso come adesso è meglio lasciarsi tante possibilità aperte, accettare il primo lavoro (obv no schiavismo) e poi cercare di migliorare posto/situazione/ambiente ecc ecc.

  15. #15
    Calling Station
    Registrato il
    Mar 2010
    Reputazione
    0
    Posts
    59
    Citato in
    5 Post(s)

    Predefinito

    A questo punto tanto vale smettere di dare consigli a OP...

    Se ha chiesto consigli è perché cerca un modo in cui avvantaggiarsi rispetto al disoccupato medio.

    Il punto è che non puoi buttarti nel mercato del lavoro alla cazzo di cane, senza sapere che professione fai e senza una minima caratteristica differenziante.

  16. #16
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    0
    Citato in
    1 Post(s)

    Predefinito

    @Lovecraft911
    è esattamente il motivo per cui ho aperto la discussione, ascoltare consigli da qualcuno che magari era passato dalla stessa situazione per cercare di fare la scelta migliore.
    edit, ho letto il tuo ultimo messaggio dopo aver scritto questo

    @Picc0l0U0m0 anche a me piacerebbe fare quello per cui credo di essere predisposto, ma ora come ora sembra a me, ed a tutti quelli a cui ho chiesto un suicidio. Sprecare anni di studio e fatica per poi essere sempre in bilico imho non è un buon piano per il futuro. Non so se conosci persone che hanno finito uni di quel tipo, vedrai che a lavorare sono in pochissimi.

    @Inghiansich ovviamente immagino ci siano i casi in cui non conta, era un discorso più in linea generale, la situazione in cui penso mi imbatterò più spesso (o almeno è la mia paura). Comunque applicarmi non è un problema, soprattutto se "vedo la luce in fondo al tunnel".
    Ultima modifica di DRew; 11-07-2016 alle 22:43

  17. #17
    Monkey Tilt
    Registrato il
    Jul 2009
    Reputazione
    23
    Posts
    1,379
    Citato in
    59 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DRew Visualizza Messaggio
    @Picc0l0U0m0 anche a me piacerebbe fare quello per cui credo di essere predisposto, ma ora come ora sembra a me, ed a tutti quelli a cui ho chiesto un suicidio.
    Fare quello per cui ti senti predisposto è un suicidio. Vivere secondo le proprio inclinazioni è, dunque, come togliersi la vita?

  18. #18
    Scandinavian LAG L'avatar di Mr.Modesty
    Registrato il
    Jul 2012
    Reputazione
    73
    Posts
    710
    Citato in
    35 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gyorgy Visualizza Messaggio
    Mah guarda secondo me a pensarla così di questi tempi ci si tira solo la zappa sui piedi. E' vero che è meglio specializzarsi bene in un ambito piuttosto che essere preparati in maniera mediocre in più campi, ma l'era del "ho studiato per fare x per cui diventerò x" è finita da qualche anno (a meno che non si siano fatti corsi di laurea specifici, di nicchia e che danno lavoro sicuro, ma sono davvero pochi). Adesso come adesso è meglio lasciarsi tante possibilità aperte, accettare il primo lavoro (obv no schiavismo) e poi cercare di migliorare posto/situazione/ambiente ecc ecc.
    Fare un po' di tutto vuol dire non saper fare bene nulla,come hai scritto ma aggiungendo che sia preferifibile al fare un lavoro che ti piace.
    Per me non saper fare bene nulla è un leak grave,specie per un datore di lavoro che ti deve valutare.
    Certo se poi si tratta di fare lo spazzino,il lavapiatti ,o l'agente di folletto (senza nulla togliere a chi fa questi lavori o li ha fatti) non guardano manco c.v.

    Adesso però dimmi ,dopo 5 anni che hai fatto questi tipi di lavori (anche all'estero, cambia poco) che altri spazi ti sei costruito ?
    L'unica cosa che hai imparato,nel caso tu abbia trovato qualche lavoretto all'estero, è l'inglese,che è la lingua che probabilmente ti chiederanno già di prerequisito.
    Ma anche se, strabene che ti va, vai a fare il commesso a tempo ind. in qualche negozio di abbigliamento o a fare il segretario in ufficio, che carriera pensi di poter avere ?
    Considera che non avrai un lavoro sicuro quasi mai perchè se sai fare quello che sanno fare tutti, sei rimpiazzabile da chiunque nel breve-medio-lungo periodo,cioè hai un'insicurezza lavorativa costante essendo intercambiabile.

    Non è più come 20-30 anni fa che mancavano tantissime figure professionali , ora il mercato ne è intasato, ognuno vale l'altro,la competitività per QUALSIASI posto di lavoro è cresciuta tantissimo,quindi fai decisamente più fatica a tenerti il tuo posto di lavoro.E' vero che con una botta di culo ce la puoi fare ma non credo sia un gran plan basarsi su quello long-term.

    Per questo sono convinto che la miglior soluzione sarebbe quella di specializzarsi in un ramo specifico, attualmente richiesto e possibilmente in sviluppo.
    Certamente dipende dalle ambizioni e forse ancor di più dalle possibilità di ognuno,magari a tanti non gliene frega una sega di spiccare in qualcosa , fare la differenza nella società(nel senso di essere più preparato/smart di altri in un campo specifico)e preferisce accontentarsi(non c'è nulla di male in questo,sia chiaro) ; trovo, però, il dire di buttarsi in ogni attività che si trova, un po' troppo semplicista come discorso nonostante intorno a me veda quasi tutti fare questo tipo di ragionamento( anche laureati in campo scientifico/giuridico che accettano qualsiasi tipo di lavoro, perchè ,non venendo valorizzati ,tendono a sottovalutarsi).
    Non sto dicendo che devi fare perforza qualcosa di estremamente smart ma penso che essere preparati in un campo specifico con l'aggiunta di qualche lingua straniera possa già essere una skill importante che ti può far fare la differenza in quanto ti apre tante altre soluzioni oltre all'Italia.
    P.s drew, si può sapere quanti anni hai ?
    ilgrandezuma likes this.

  19. #19
    Banned
    Registrato il
    Apr 2015
    Reputazione
    0
    Posts
    461
    Citato in
    16 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DRew Visualizza Messaggio

    @Picc0l0U0m0 Sprecare anni di studio e fatica per poi essere sempre in bilico imho non è un buon piano per il futuro. Non so se conosci persone che hanno finito uni di quel tipo, vedrai che a lavorare sono in pochissimi.
    Certo che sei sempre in bilico se vuoi provare la via della passione!
    D'altronde riconoscendo di partire indietro, non avere referenze né aver studiato approfonditamente, non è certo l'albero della cuccagna che puoi aspettarti; seguendo questo sentiero hai però la consapevolezza di stare facendo la cosa giusta e le sofferenze si possono affrontare da una prospettiva diversa.

    Devi costruire il tuo proprio Ateneo imparando mano a mano dalle difficoltà, diventando il Rettore dell'Università del tuo mestiere, devi diventare il Magnifico di te stesso.

    Non essere pessimista, a lavorare non sono poi così pochi fra coloro che si impegnano sul serio, comunque tu non hai la Laurea quindi cosa ti importa di quelli che la hanno e non praticano? Trova la tua via di mezzo fra entusiasmo e bollette, vedrai che andrà tutto bene.
    A patto di essere costanti e perseverare sviscerando ogni aspetto della tua passione.

    Citazione Originariamente Scritto da No_Deal Visualizza Messaggio
    Fare quello per cui ti senti predisposto è un suicidio. Vivere secondo le proprio inclinazioni è, dunque, come togliersi la vita?
    Infatti No_Deal imo il punto è tutto qua, se per inclinazione intendiamo pulsioni e desideri si finisce per consumare la vita (esempio, mi piace l'esuberanza di certe ragazze dell'est quindi vado a fare il cameriere in un night per conoscerne il più possibile ---> Does not work) se invece esplorandoti riesci a riconoscere la tua massima predisposizione il gioco è fatto (o almeno ha inizio).
    In verità diciamocelo chiaramente, un po' si muore comunque mano a mano in se stessi (facile dire "sto facendo quello che mi piace" ma poi arrivano momenti di indigenza, imprevisti, difficoltà varie etc) però a differenza del caso precedente resta la parte migliore.
    Ultima modifica di Picc0l0U0m0; 12-07-2016 alle 19:16

  20. #20
    Fish
    Registrato il
    Jul 2016
    Reputazione
    0
    Posts
    0
    Citato in
    1 Post(s)

    Predefinito

    @Mr.Modesty sono completamente in accordo con tutto quello che hai scritto nell'ultimo post,
    infatti il mio intento è specializzarmi in qualcosa senza uni, sperando ci siano altre vie, solo non so cosa.
    Ne ho 23

    Citazione Originariamente Scritto da No_Deal Visualizza Messaggio
    Fare quello per cui ti senti predisposto è un suicidio. Vivere secondo le proprio inclinazioni è, dunque, come togliersi la vita?
    Se dovessi specializzarmi in qualcosa che non ha sbocchi, posso diventare anche bravissimo ma non riuscirò mai a "costruire nulla". Il mio obiettivo non è nè diventare il top in qualcosa nè fare i milioni, vorrei semplicemente imparare a fare qualcosa che mi garantisca un discreto tenore di vita di qui alla pensione (si spera )

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •