Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pagina 3 di 13 PrimaPrima 1234567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 60 di 246
Like Tree33Likes

Discussione: [Official] - Libri da leggere (No poker)

  1. #41
    Tight Agressive L'avatar di kalanisi
    Registrato il
    Oct 2007
    Località
    In a Mtt table
    Reputazione
    -7
    Posts
    420
    Citato in
    7 Post(s)

    Predefinito

    Siddharta di Hermann Hesse un libro fondamentale in real life che a mio avviso serve anche per il poker.
    La musica è una rivelazione più profonda di ogni saggezza. Chi penetra il senso della Musica potrà liberarsi da tutte le miserie in cui si trascinano gli altri uomini." Ludwig van Beethoven.

  2. #42
    Scandinavian LAG L'avatar di Renar
    Registrato il
    Aug 2007
    Reputazione
    85
    Posts
    939
    Citato in
    25 Post(s)

    Predefinito

    Ah, Elianto e roba varia di benni ( precedente a margherita possibilmente xke' ultimamente mi e' sceso un po' ), quest'uomo e' un fottuto genio, definirlo scrittore e' quasi un insulto, e' piu' un pittore delle parole.
    Nick likes this.
    Ar(K)angels do it Better, Longer and more often

  3. #43
    Calling Station
    Registrato il
    Jan 2010
    Reputazione
    0
    Posts
    87
    Citato in
    0 Post(s)

    Predefinito

    Uno dei libri che mi e' piu' piaciuto... perche' e' una storia vera: a volte le storie tragiche purtroppo sono le piu' vere (orsotrentino)

    Nelle terre estreme



    Nelle terre estreme Titolo originale Into the Wild Autore Jon Krakauer 1ª ed. originale 1997 Nelle terre estreme è un romanzo di Jon Krakauer, pubblicato nel 1997, che racconta la vita del nomade statunitense Christopher McCandless, tramite gli scritti del suo diario e i racconti delle persone che l'hanno conosciuto durante il suo viaggio verso l'Alaska.

    Trama


    Nel 1990 Christopher Johnson McCandless, dopo essersi laureato, intraprese un lungo viaggio, per staccarsi dalla famiglia e da una società, ipocrita e dedita al consumismo. Donò tutti i sui risparmi in beneficenza e viaggiò attraverso gli Stati Uniti in autostop e con l'ausilio di mezzi di fortuna, con l'intento di raggiungere le terre incontaminate dell'Alaska. Durante il suo viaggio incontrò diverse persone che lo arricchirono e a cui lui stesso cambiò la vita. Nel 1992 fu trovato morto in un autobus abbandonato nel Parco Nazionale del Denali accanto al suo diario con annotati i sui pensieri e i suoi appunti di viaggio.

    Adattamento cinematografico


    Nel 2007 l'attore e regista Sean Penn adattò per il grande schermo il romanzo, dirigendo Into the Wild - Nelle terre selvagge con protagonista Emile Hirsch nel ruolo di McCandless. Il romanzo è stato ripubblicato da Corbaccio in concomitanza con l'uscita del film.
    Ultima modifica di orsotrentino; 29-06-2010 alle 19:34

  4. #44
    Calling Station
    Registrato il
    Jan 2010
    Reputazione
    0
    Posts
    87
    Citato in
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da il_Finnico Visualizza Messaggio
    volevo leggere l'ultimo libro di Faletti. Visto il titolo, vorrei chiedere a chi lo ha già letto se non si tratta della biografia di Lucio.....
    No l'assassino non e' Luciom ... almeno penso che non sia lui...fa un'altro mestiere (se cosi' si puo' dire).
    A me "Io sono Dio" mi e' piaciuto, ma il mio preferito e' "Io uccido": secondo me e' un thriller magnifico degno di Agatha Christie.

  5. #45
    Moderatore L'avatar di Miglio
    Registrato il
    Nov 2007
    Località
    ferrara
    Reputazione
    191
    Posts
    7,817
    Citato in
    597 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da orsotrentino Visualizza Messaggio
    A me "Io sono Dio" mi e' piaciuto, ma il mio preferito e' "Io uccido": secondo me e' un thriller magnifico degno di Agatha Christie.
    è un pò blasfema sta cosa

  6. #46
    Calling Station L'avatar di serialklimber
    Registrato il
    Oct 2009
    Reputazione
    2
    Posts
    168
    Citato in
    14 Post(s)

    Predefinito

    ci penso e cerco di consigliare qualcosa di super, per ora, per chi davvero ammira la capacità di scrivere, consiglio John Irving. Spietato e cattivo verso chi legge, i suoi libri lasciano una profonda disillusione, quasi tristezza. Sembra quasi che voglia far male al lettore. ma scrive pazzescamente bene. davvero ne vale la pena.

    come primo libro consiglio il mondo secondo garp.


    altro flash: la lunga marcia di Stephen King. non è un horror, ma uno psicodramma, davvero stupendo.

    per chi ama la fantapolitica Frederick Forsyth è nuts, Ex inviato giornalista in russia scrive storie incredibilemente appassionanti che, alla ultima o penultima pagina, ti sconvolgono. l'alternativa del diavolo il suo libro migliore, secondo me. consigliatissimo.

    per la fantascienza ne propongo due, un po' fuori dagli schemim e forse meno letti/conosciuti: il gioco degli immortali e vittime a premio. Il primo parla di un uomo che si sveglia su un pianeta misterioso e si accorge che qualsiasi cosa pensi si materializza. il secondo di un posto dove volontari di prestano ad un gioco che prevede di avere settimanalmente una vittima da uccidere e di essere, ugualmente, vittima per qualcun'altro dei giocatori.

  7. #47
    gus
    gus è offline
    Fish
    Registrato il
    Dec 2008
    Reputazione
    0
    Posts
    36
    Citato in
    3 Post(s)

    Predefinito

    [rapido] mi consigliate qualche libro??

    qui ci sono un bel pò di libri consigliati.

    Da quel thread ho scelto Shantaram e L'alchimista.

    Allora avevo consigliato la torre nera di king e Benni.

    Aggiungo la cura del gorilla di Dazieri , ( diventato anche film con Bisio ) , inoltre ha scritto a quattro mani anche cemento armato ( con Martani ). quest'ultimo non lo ho letto , ma visto solo il film.
    Ultima modifica di gus; 29-06-2010 alle 23:22

  8. #48
    Scandinavian LAG L'avatar di YouRaseMeWithNothing
    Registrato il
    Oct 2008
    Località
    Sassari
    Reputazione
    8
    Posts
    751
    Citato in
    16 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Allego l'ultimo mio ordine su Amazon:
    1 "Confessions of a Wall Street Analyst: A True Story of Inside Information and Corruption in the Stock Market"
    Daniel Reingold; Paperback; $11.66

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "Hide Your Assets and Disappear: A Step-by-Step Guide to Vanishing Without a Trace"
    Edmund Pankau; Paperback; $12.60

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "The Complete TurtleTrader: The Legend, the Lessons, the Results"
    Michael W. Covel; Hardcover; $19.72

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "Predictably Irrational: The Hidden Forces That Shape Our Decisions"
    Dan Ariely; Hardcover; $17.13

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "High Probability trading"
    Marcel Link; Hardcover; $26.37

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "Lessons from the Greatest Stock Traders of All Time"
    John Boik; Paperback; $12.89

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "How Legendary Traders Made Millions"
    John Boik; Paperback; $17.95

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "Way of the Turtle: The Secret Methods that Turned Ordinary People into Legendary Traders"
    Curtis Faith; Hardcover; $18.45

    Sold by: Amazon.com, LLC
    <img alt="" width="18" align="absmiddle" border="0" height="18"> 1 "Trend Trading for a Living: Learn the Skills and Gain the Confidence to Trade for a Living"
    Thomas K. Carr; Hardcover; $26.37
    Tra tutto il database, un libro che consigli ad un ragazzo di 18 anni, poker e non? (no english )

  9. #49
    Monkey Tilt L'avatar di nasopanic
    Registrato il
    Jul 2009
    Località
    trieste
    Reputazione
    55
    Posts
    1,335
    Citato in
    10 Post(s)

    Predefinito

    Libri che mi hanno cambiato la vita (e non necessariamente in meglio)

    George Orwell, 1984, owiamente. Molte delle idee che sostiene le avevo più o meno già, per educazione famigliare per lo più, ma è riuscito a farmi vedere molti aspetti per me nuovi della società, del controllo delle masse, della televisione, la pubblicità, la guerra, l'ignoranza, la ribellione. Un capolavoro. È stato anche un gran momento quando sono riuscito a farlo leggere a realgigio, su cui ha avuto un impatto forse ancora più forte che su di me. (E in cambio, non ha trovato niente di meglio che farmi conoscere il poker online )

    Dino Buzzati, Il deserto dei tartari Quando ho detto, non necessariamente in meglio. Appena ho finito questo libro me ne sono subito pentito. Il modo in cui il protagonista perde la sua vita aspettando un indefinito grande avvenimento che non arriverà mai, il messaggio è troppo chiaro, e mi ha subito messo mille paranoie. C'è questo momento, che mi è rimasto particolarmente impresso, in cui ormai anziano si ricorda che quando era giovane saliva le scale due a due, e dice qualcosa tipo, se mi fossi accorto del momento in cui ho smesso di saltare i gradini, là è iniziata la vecchiaia. Trovo devastante. Buzzati tra l'altro ha anche scritto molti racconti, tutti molto cupi ma meno "universali" ed esistenzialisti. La loro cupezza cioè non riguarda la vita in generale, non parla a me direttamente. Per questo li trovo più digeribili, e comunque sono scritti benissimo. Il tizio, come se non bastasse, era anche un discreto pittore. Esticazzi, la mia massima espressione artistica è una rullata al punto giusto, e lui era scrittore E pittore...che mondo ingiusto.

    Luigi Pirandello, Uno, nessuno, e centomila. Pirandello è celebre più che altro per il teatro (è per quello che ha preso il nobel), ma io apprezzo di più i libri. Oltre al fu mattia pascal, più distruttivo è U,N e C. Le idee che esprime non sono unicamente sue, ma mi hanno fulminato. Tutta la storia delle maschere, delle apparenze, del non potersi vedere vivere...mi ha davvero illuminato e spiegato molte cose della mia vita sociale. Riletto dopo uno o due anni, mi ha fatto esattamente lo stesso effetto.

    Bene, per ora è tutto. Grindo un po' e poi torno con altri. Questi comunque sono probabilmente quelli che, più come contenuto che come forma, mi hanno cambiato visione del mondo.

  10. #50
    Scandinavian LAG L'avatar di [Dario]
    Registrato il
    Mar 2010
    Località
    Roma
    Reputazione
    43
    Posts
    951
    Citato in
    215 Post(s)

    Predefinito

    Oh, un campo in cui sono skillato sul serio ()

    Giusto per contribuire, butto giù al volo qualche classico da riscoprire...

    Melville: Benito Cereno. Racconto lungo / romanzo breve di grandiosa intelligenza ambientato a bordo di una nave negriera, la prosa di un maestro, molto leggibile e godibile, estremamente complesso (a voler scandagliare per bene)

    West: The Day of the Locust. romanzo estremamente sottovalutato, in realtà pietra miliare del modernismo americano. E' un romanzo abbastanza breve ambientato nella Hollywood degli anni '30, geniale anticipazione del postmoderno, malgrado diversi difetti resta una notevole lettura. Trivia: uno dei personaggi principali si chiama Homer Simpson, la vera origine del nome (Groenig dica quel che vuole...). Ne è stato fatto un film, a tratti noioso, ma con un finale memorabile (e un grande Donald Sutherland)

    Mann: La Montagna Incantata. Ok, decisamente non è un classico da riscoprire, ma ho la sensazione che lo leggano in pochissimi, quindi vale la pena menzionarlo. Libro maestoso. Se siete interessati alla cultura europea del '900, leggetelo. Se siete interessati alla vita umana, leggetelo. Uno dei più grandi romanzi mai scritti, hands down.

    Joseph Roth: La Marcia di Radetzky. Autore curiosamente sottovalutato, libro meraviglioso, il disfacimento dell'impero Austriaco alla vigilia della Grande Guerra raccontato attraverso una prosa incredibilmente efficace, un'atmosfera di sospensione e morte degna del miglior Dostoevskij.

    titoli random eh, me ne verrano in mente altri, se interessa (in fondo that's what I do...)

    molto interessante la lista di Luciom. Volendo approcciare l'argomento trading da completo (N.B. completo) noob/tard quali di quei libri consiglieresti? ty
    Rep me up, I need to catch up...
    "The only hands a nit balances in his hand range are the nuts, the second nuts, and the third nuts"

  11. #51
    Tight Agressive
    Registrato il
    Apr 2008
    Reputazione
    106
    Posts
    412
    Citato in
    32 Post(s)

    Predefinito

    Tra i primi autori che mi vengono in mente, tra i non citati:

    Carver: racconti brevi, di quotidianità, alcolismo, disperazione e amore. Una capacità di sviscerare tutti i sentimenti umani attraverso piccole cose/gesti/riti davvero irreale

    Yates: tipo Carver come tematiche, ma una ventina d'anni prima. E' ritornato cn il fim Revolutionary Road, ma imo meglio ancora sono Disturbo della quiete pubblica (molto più disturbato e folle), Easter Parade e la raccolta di racconti Undici Solitudini

    Algren: Walk on the Wild Side imo è un capolavoro; sporco, violento e cinico ambientato a New Orleans anni '30

    Franzen: vabbè Le Correzioni è tipo il miglior libro delgi ultimi 20 anni

  12. #52
    Scandinavian LAG L'avatar di [Dario]
    Registrato il
    Mar 2010
    Località
    Roma
    Reputazione
    43
    Posts
    951
    Citato in
    215 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ilpado Visualizza Messaggio
    Tra i primi autori che mi vengono in mente, tra i non citati:

    Carver: racconti brevi, di quotidianità, alcolismo, disperazione e amore. Una capacità di sviscerare tutti i sentimenti umani attraverso piccole cose/gesti/riti davvero irreale
    Sto finendo di scrivere la tesi su di lui
    Rep me up, I need to catch up...
    "The only hands a nit balances in his hand range are the nuts, the second nuts, and the third nuts"

  13. #53
    Calling Station L'avatar di Micino77
    Registrato il
    Aug 2009
    Reputazione
    3
    Posts
    80
    Citato in
    2 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    Romanzi: Il nome della rosa di Eco e The stand di S.King

    Saggi: Odifreddi e Hawking (random)

  14. #54
    Tight Agressive L'avatar di Peppe
    Registrato il
    Oct 2007
    Località
    Napoli
    Reputazione
    0
    Posts
    479
    Citato in
    3 Post(s)

    Predefinito

    fahrenheit 451

  15. #55
    Calling Station L'avatar di kathmandu361
    Registrato il
    Feb 2010
    Reputazione
    0
    Posts
    89
    Citato in
    7 Post(s)

    Predefinito

    Tempo fa lessi la "Trilogia sporca dell'Havana" di Gutiérrez. Lo consiglio a chi vuole respirare un po' d'aria della Cuba vera.

  16. #56
    Calling Station L'avatar di Dafne
    Registrato il
    Jun 2010
    Località
    Castalia
    Reputazione
    0
    Posts
    69
    Citato in
    0 Post(s)

    Predefinito

    Uno a caso,Voyage au bout de la nuit,Celine.
    La democrazia divide le persone in lavoratori e fannulloni. Non è attrezzata per quelle che non hanno tempo per lavorare.

  17. #57
    Calling Station L'avatar di Dafne
    Registrato il
    Jun 2010
    Località
    Castalia
    Reputazione
    0
    Posts
    69
    Citato in
    0 Post(s)

    Thumbs up

    Citazione Originariamente Scritto da .:Stef:. Visualizza Messaggio
    tutti i libri di cioran.
    eh eh eh
    La democrazia divide le persone in lavoratori e fannulloni. Non è attrezzata per quelle che non hanno tempo per lavorare.

  18. #58
    Monkey Tilt L'avatar di B1stecca
    Registrato il
    May 2009
    Località
    Genoa
    Reputazione
    26
    Posts
    1,687
    Citato in
    143 Post(s)

    Predefinito

    Non c'è nulla di più soggettivo delle emozioni che un libro suscita in ogni lettore, in base alla sua sensibilità e/o qualità personali. Accade spesso che un libro colpisca in maniera particolare una persona e non sfiori nemmeno un'altra. Per questo mi riesce difficile scrivere libri "universalmente validi". Per certo i libri sotto elencati sono quelli che mi hanno regalato le emozioni più grandi/preso di più durante la lettura, in ordine sparso, eccetto il primo, che è sopra gli altri senza ombra di dubbio.

    Harry Potter (vol.1 to vol.7)
    -Joanne Rowling
    Il gioco dell'angelo - Carlos Ruiz Zafón
    L'ombra del vento - Carlos Ruiz Zafón
    Il cacciatore di aquiloni - Khaled Hosseini
    La verità del Ghiacco - Dan Brown
    Il Signore degli Anelli - John R. R. Tolkien
    Furore - John Steinbeck

    Poi ci sono libri che dovrebbero far parte della cultura dell'uomo medio, ma che purtroppo rientrano già nella categoria superiore di livello intellettuale.

    Il fu Mattia Pascal
    - Luigi Pirandello
    La coscienza di Zeno - Italo Svevo
    Il visconte dimezzato - Italo Calvino
    Il candido (Candide ou l'optimisme) - Voltaire
    L'arte della guerra - Sun Tzu
    Fahrenheit 451 - Ray Bradbury
    Canto di Natale - Charles Dickens
    Il vecchio e il mare - Ernest Hemingway
    La fattoria degli animali - George Orwell
    1984 - George Orwell
    I promessi Sposi
    (no school version, sarebbero da rileggere dopo un po') - Alessandro Manzoni

    e tanti altri che atm non mi vengono in mente..
    Citazione Originariamente Scritto da AlexB81 Visualizza Messaggio
    Forse loro quando gli amici andavano al pub la sera o a drogarsi al pomeriggio stavano in casa a studiare i range e si sono fatti il culo magari mentre andavano all universita...per non andare a girare le patatine al mc donald per 800 al mese.
    __
    There's a fine line between fishing and just standing on the shore like an idiot. (cit.)


    www.4glam.it

  19. #59
    Moderatore L'avatar di Miglio
    Registrato il
    Nov 2007
    Località
    ferrara
    Reputazione
    191
    Posts
    7,817
    Citato in
    597 Post(s)
    Poker Nicks

    Predefinito

    L'histoire d'O


    lo avete letto vero??

  20. #60
    Tight Agressive L'avatar di ulrav
    Registrato il
    Jan 2008
    Località
    Ravenna
    Reputazione
    14
    Posts
    208
    Citato in
    27 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ilpado Visualizza Messaggio
    Tra i primi autori che mi vengono in mente, tra i non citati:

    Carver: racconti brevi, di quotidianità, alcolismo, disperazione e amore. Una capacità di sviscerare tutti i sentimenti umani attraverso piccole cose/gesti/riti davvero irreale
    America oggi veramente bello! Inoltre il libro tramutato in seguito in film ha vinto pure un leone d oro e gli attori al tempo molti sconosciuti sono attualmente molto famosi!(Tra l altro ho riconosciuto Tom Waits nel cast )

    BTW ottimi i tuoi consigli!

Pagina 3 di 13 PrimaPrima 1234567 ... UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •