Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Pagina 120 di 121 PrimaPrima ... 2070110116117118119120121 UltimaUltima
Risultati da 2,381 a 2,400 di 2401
Like Tree903Likes

Discussione: Bitcoin & Crypto, general discussion

  1. #2381
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SirGeorge Visualizza Messaggio
    La tenuta dei registri immobiliari per me sarebbe stupido farla tramite blockchain, quale e' il problema che vorresti risolvere?

    Lo stesso vale per le procedure di voto, non riesco proprio a capire che vantaggi possa dare fare un referendum tramite blockchain, non so cosa ti hanno raccontato a te per convincerti che potrebbe funzionare/risolvere qualcosa.



    Io dico di no
    Per i registri immobiliari l'idea è che nei paesi pieni di corruzione ci sono truffe varie sulla proprietà della terra nel rurale e nelle periferie un pò distanti dalle città. Per me è ridicolo perchè a differenza del voto che è occasionale e puoi far gestire da terzi affidabili tramite blockchain, con i registri non hai modo di evitare tampering comunque.

    Per il voto la questione è analoga, si parla di impedire tampering sul voto, cioè interferenze di dittatori vari , brogli etc. L'idea è che su blockchain tu hai modo (è un pò arzigogolato ma si riesce) di mantenere il tuo voto segreto agli altri, ma di sapere se è stato contato correttamente.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  2. #2382
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mat Visualizza Messaggio
    Secondo me gli use cases non li volete vedere perchè alcuni sono già ben evidenti.
    Ci sono già almeno 2 casi d'uso ENORMI e disruptive che Bitcoin ed Ethereum stanno permettendo.

    Molti altri sono in arrivo ma probabilmente questa è la differenza tra un informatico ed un economista, l'informatico vede e capisce prima i protocolli a cui si sta lavorando.
    Così come era stato per Bitcoin, se non fosse stato per i nerd smanettoni gli economisti non saprebbero nemmeno ora cos'è.

    In riferimento ad Ethereum, visto che è un bolla, centralizzato, ecc. diamo due numeri, è sopravvalutato quanto?
    Quale dovrebbe essere il suo prezzo per non esserlo?

    Io dico che entro il 2022 Ethereum avrà una valutazione di circa 1 trilione di dollari.
    Quali sono i 2 use case enormi e disruptive consentiti da BTC e ETH?
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  3. #2383
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mat Visualizza Messaggio
    facile sparare a zero random, poi quando si tratta di entrare nel merito con numeri precisi...

    per quanto riguarda gli use cases, se non riuscite a vedere quelli attuali immagino sarebbe molto difficile concepire cose astratte future.

    ps: nessun piedistallo, è un dato di fatto che la blockchain sia stata creata e promossa da informatici.
    io non sono nemmeno tanto bravo come informatico, se leggi l'inizio di questa discussione puoi vedere che non avevo capito Bitcoin e la sua tecnologia.
    Lui ha detto di essere short le alt in generale, long BTC, quindi non mi pare stia "sparando random".
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  4. #2384
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mat Visualizza Messaggio
    è lo stesso motivo per cui inizialmente tutte le aziende negli anni 90 hanno provato a farsi la propria internet e poi sono state "obbligate" a passare alla rete pubblica.
    probabilmente qua è ancora più incisiva la rete pubblica dato che più nodi vengono creati nel tempo più la rete diventa resistente.

    Del ledger sull'immobiliare magari se ne parlerà poco qua o negli ambiti che frequenti ma all'interno della community blockchain è considerato top3 mercato assieme a quello dell'ID.




    Le crypto hanno risolto, tra gli altri, esattamente questo problema: remunerare i progetti opensource.
    Stai anche missando tutta la parte di adoption che è fondamentale, altrimenti con lo stesso ragionamento puoi fare copia e incolla di facebook e diventare miliardario.




    Quello che intendevo è che se uno ritiene Ethereum valere zero qualsiasi caso d'uso costruito su di esso lo considererà zero/inutile.

    Ad ogni modo uno l'ho scritto qua sopra.
    Un altro riferito ad Ethereum è la possibilità di investire in ogni parte del mondo, istantaneamente, con barriere di ingresso praticamente azzerate.
    Quando entreranno le securities sarà ancora più interessante.

    Per addarne un altro paio del futuro prossimo:
    supply chain tracking
    grid energy management

    Comunque non è che sono io ad avere la conoscenza assoluta, anzi.
    Basta cercare su google e si trovano moltissimi casi d'uso attuali e futuri.
    Tu stai elencando sogni non realtà pratiche in cui si è dimostrata efficienza maggiore dell'uso della blockchain rispetto al sistema precedente. Quelli non sono "use case", quelle son speranze.

    Supply chain tracking di che parliamo? si fa già con strumenti normali e nel caso proprio che tu la voglia fare con blockchain la fai con la tua blockchain. Mica ti serve coprire di soldi chi ha dei token ethereum.

    Grid energy management? io non capisco. Son cose che si fanno già bene. Non son robe dove siamo pieni di disastri e ci serve trovare un modo migliore per monitorare.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  5. #2385
    Tight Agressive L'avatar di SirGeorge
    Registrato il
    Dec 2007
    Località
    Macerata
    Reputazione
    0
    Posts
    421
    Citato in
    6 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Per i registri immobiliari l'idea è che nei paesi pieni di corruzione ci sono truffe varie sulla proprietà della terra nel rurale e nelle periferie un pò distanti dalle città. Per me è ridicolo perchè a differenza del voto che è occasionale e puoi far gestire da terzi affidabili tramite blockchain, con i registri non hai modo di evitare tampering comunque.

    Per il voto la questione è analoga, si parla di impedire tampering sul voto, cioè interferenze di dittatori vari , brogli etc. L'idea è che su blockchain tu hai modo (è un pò arzigogolato ma si riesce) di mantenere il tuo voto segreto agli altri, ma di sapere se è stato contato correttamente.
    Per quanto riguarda il voto, mantenerlo segreto ed allo stesso tempo verificare che sia conteggiato corretamente, non ne sono 100% sicuro, ma credo bastino i normali strumenti di crittografia per farlo.

    Non vedo il bisogno di andare a registrare in eterno i voti su un database mantenuto da migliaia di nodi in tutto il mondo, ma magari mi sfugge ancora qualcosa.
    Gioco su SisalPoker!

  6. #2386
    Tight Agressive L'avatar di SirGeorge
    Registrato il
    Dec 2007
    Località
    Macerata
    Reputazione
    0
    Posts
    421
    Citato in
    6 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Lui ha detto di essere short le alt in generale, long BTC, quindi non mi pare stia "sparando random".
    In realta' non ho venduto allo scoperto altcoin cosa che non faccio per principio, perche' sono spesso illiquide, manipolabili e con la volatilita' che hanno ti ritrovi un risk/reward osceno a stare short, anche se credi siano enormemente sopravvalutate.
    Semplicemente per la parte di portafoglio criptovalute sono 100% BTC e 0% altcoin, per ora.
    Ultima modifica di SirGeorge; 19-04-2018 alle 13:36
    Gioco su SisalPoker!

  7. #2387
    Tight Agressive L'avatar di SirGeorge
    Registrato il
    Dec 2007
    Località
    Macerata
    Reputazione
    0
    Posts
    421
    Citato in
    6 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mat Visualizza Messaggio
    è lo stesso motivo per cui inizialmente tutte le aziende negli anni 90 hanno provato a farsi la propria internet e poi sono state "obbligate" a passare alla rete pubblica.
    probabilmente qua è ancora più incisiva la rete pubblica dato che più nodi vengono creati nel tempo più la rete diventa resistente.

    Del ledger sull'immobiliare magari se ne parlerà poco qua o negli ambiti che frequenti ma all'interno della community blockchain è considerato top3 mercato assieme a quello dell'ID.




    Le crypto hanno risolto, tra gli altri, esattamente questo problema: remunerare i progetti opensource.
    Stai anche missando tutta la parte di adoption che è fondamentale, altrimenti con lo stesso ragionamento puoi fare copia e incolla di facebook e diventare miliardario.




    Quello che intendevo è che se uno ritiene Ethereum valere zero qualsiasi caso d'uso costruito su di esso lo considererà zero/inutile.

    Ad ogni modo uno l'ho scritto qua sopra.
    Un altro riferito ad Ethereum è la possibilità di investire in ogni parte del mondo, istantaneamente, con barriere di ingresso praticamente azzerate.
    Quando entreranno le securities sarà ancora più interessante.

    Per addarne un altro paio del futuro prossimo:
    supply chain tracking
    grid energy management

    Comunque non è che sono io ad avere la conoscenza assoluta, anzi.
    Basta cercare su google e si trovano moltissimi casi d'uso attuali e futuri.
    Supply chain tracking mi sembra ridicolo usare la blockchain, anche in questo caso quale diavolo di problema vorresti risolvere andando a mettere il supply chain tracking su' un database distribuito, inefficente e mantenuto per l' eternita' da migliaia di nodi? A me sembra la roba piu' imbecille di sto mondo da fare pero' magari anche qua mi sfugge qualcosa.

    Grid energy management non so bene di che si tratta, ma se come ho capito io ti riferisci alla possibilita' di "accumulare" in maniera efficiente, tramite il mining, l' energia in eccesso prodotta da fonti alternative, allora quello e' soltanto un effetto collaterale positivo dell' esistenza del bitcoin e del fenomeno del mining.

    Per quanto riguarda gli ID ragionamenti analoghi, perche' vorresti registrarli sulla blockchain? Tra l' altro l' ID e' il marchio di fabbrica che ogni governo ti stampa addosso, che bisogno hai di passare per un database distribuito ed incensurabile? Che se li registri il governo su' un cavolo di server centralizzato gli ID e migliori i servizi telematici usando la crittografia.

    Io ti giuro non parto prevenuto ma ogni volta che mi trovo davanti a qualcuno che mi presenta un eventuale use case per Ethereum e per smart contract rimango sempre allibito, la consuetudine una volta era quella di riconoscere un problema e poi trovargli una soluzione, voi avete invertito tutto.
    Ultima modifica di SirGeorge; 19-04-2018 alle 13:37
    Gioco su SisalPoker!

  8. #2388
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SirGeorge Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda il voto, mantenerlo segreto ed allo stesso tempo verificare che sia conteggiato corretamente, non ne sono 100% sicuro, ma credo bastino i normali strumenti di crittografia per farlo.

    Non vedo il bisogno di andare a registrare in eterno i voti su un database mantenuto da migliaia di nodi in tutto il mondo, ma magari mi sfugge ancora qualcosa.
    Da quel che ho capito io l'idea per il voto è che la blockchain è il modo di appunto decentralizzare lo scrutatore. Non mi è chiaro come anche in presenza di "normale crittografia" risolvi il problema di chi conta i voti. Stiamo parlando ricorda dell'ipotesi che il dittatore (o il partito dittatoriale) del paese X faccia brogli. O contando diversamente i voti (hai votato per gianni e non te lo considero o lo switcho per piero), o addando proprio voti.

    Comunque non credo di essere l'unico molto scettico delle cripto come valuta, ma aperto all'ipotesi della blockchain per il voto, perchè (ora non trovo link sorry) ricordo articoli di buon senso a favore dell'ipotesi di block chain per il voto scritti da gente che non è particolarmente fan delle cripto come valuta.

    Considera comunque che non è un "first world problem". Qui si parla di come migliorare le procedure di controllo degli ispettori in sostanza. Immagina che tu possa ricattare lo stato canaglia X dicendo che solo se fa votare la gente togli le sanzioni (o altro di analogo). Ora se accettano gli ispettori, comunque è molto intensive il costo in risorse per evitare brogli, e non li eviti al + li limiti un pò. Se gli ispettori possono settare i nodi della blockchain e tutta la popolazione ha accesso a internet (o quel che fai è far votare con macchine che mandano sulla blockchain il voto etc) capisci che potresti risolvere.

    Non dico che sia una cosa che cambia il mondo , però insomma mi torna, con prospettive pratiche reali.

    Da lì a come ethereum o altre ALT debbano centrarci qualcosa invece proprio non mi torna.
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  9. #2389
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SirGeorge Visualizza Messaggio
    Supply chain tracking mi sembra ridicolo usare la blockchain, anche in questo caso quale diavolo di problema vorresti risolvere andando a mettere il supply chain tracking su' un database distribuito, inefficente e mantenuto per l' eternita' da migliaia di nodi? A me sembra la roba piu' imbecille di sto mondo da fare pero' magari anche qua mi sfugge qualcosa.

    Grid energy management non so bene di che si tratta, ma se come ho capito io ti riferisci alla possibilita' di "accumulare" in maniera efficiente, tramite il mining, l' energia in eccesso prodotta da fonti alternative, allora quello e' soltanto un effetto collaterale positivo dell' esistenza del bitcoin e del fenomeno del mining.

    Per quanto riguarda gli ID ragionamenti analoghi, perche' vorresti registrarli sulla blockchain? Tra l' altro l' ID e' il marchio di fabbrica che ogni governo ti stampa addosso, che bisogno hai di passare per un database distribuito ed incensurabile? Che se li registri il governo su' un cavolo di server centralizzato gli ID e migliori i servizi telematici usando la crittografia.

    Io ti giuro non parto prevenuto ma ogni volta che mi trovo davanti a qualcuno che mi presenta un eventuale use case per Ethereum e per smart contract rimango sempre allibito, la consuetudine una volta era quella di riconoscere un problema e poi trovargli una soluzione, voi avete invertito tutto.
    C'è walmart che dice di voler fare qualcosa con la blockchain. L'idea sarebbe che in pratica i fornitori non si fidano al 100% che tu tenga segnato tutto correttamente. + qualche scusa ambientale per PR

    https://cointelegraph.com/news/walma...elivery-system

    Cmq il concetto è che magari non serve a molto, magari cambia tanto, ma in ogni caso se l'è brevettato walmart e non c'entra niente con l'investire nelle alt coin.

    Per l'ID un GOVERNO potrebbe registrarli su blockchain, in sostanza l'idea lì sarebbe che tutti i vari uffici sparsi non hanno un "anagrafe" con dipendenti etc, ma ciascun ufficio che può emettere ID è uno dei nodi che possono scrivere sulla blockchain, e ogni ente che li può controllare ha accesso in sola lettura alla blockchain. In pratica l'idea è che se hai la carta d'identità emessa dal comune di roccadisotto, il carabiniere (che ha solo lettura) può snap scoprire se è vero, e quando , che roccadisotto ha emesso quel documento a tuo nome.

    Blockchain non vuol dire per forza privati per i cazzi loro.

    Posso immaginare che ci siano dei casi in cui , specialmente per governi che non devono rifare tutto da 0 ovvero governi di paesi emergenti, creare un sistema di ID fisici & digitali in combinata non sia male tramite blockchain. Solo che anche lì, non vedo il nesso tra questa possibilità, e il valore di ethereum o altre. Se l'india decide di fare tutto un sistema di ID supermoderno di quel tipo ok magari pagherà dei consulenti, magari anche tanti, ma che cazzo c'entra ethereum?
    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  10. #2390
    Scandinavian LAG L'avatar di diefuckersdie
    Registrato il
    Jul 2013
    Reputazione
    20
    Posts
    652
    Citato in
    216 Post(s)

    Predefinito

    https://www.multichain.com/blog/2016...ain-use-cases/

    nb è un articolo del 2016.
    Altre applicazioni che mi vengono in mente:
    - tokenizzazione di ecosistemi digitali e fisici già esistenti (ad esempio TOR)
    - gaming, (true ownership di un item all'interno di un gioco)
    - governance
    - kyc ( dato dell'utente a prova di data breach)
    - online advertising

    Lucio al contempo potrei chiederti perchè mantenere e creare una blockchain from scratch (con tutto quello che ne deriva) o forkare un progetto già esistente quando puoi creare una dapp per i tuoi scopi sul top di una piattaforma già sviluppata e mantenuta da moltissimi sviluppatori, garantendoti anche interoperabilità con molti altri servizi all'interno dell'ecosistema. Si vedano esempi come il Canada, il Venezuale e la Thailandia che a quanto vedo si sono mossi in questa direzione. Comunque a mio parere la maggior parte del value verrà dato da progetti non governativi.

    Sirgeorge resti basito allo stato attuale delle cose, l'inefficienza è appunto la priorità degli sviluppatori e tutte gli sforzi sono rivolti in questa direzione, non solo di Bitcoin ed Ethereum ma anche di tutte le nuove piattaforme in fase di sviluppo come Rchain, Zilliqa, Eos, Komodo e diverse altre. Queste ultime sono tutte piattaforme che puntano a processare un alto numero di tx per secondo (rchain ad esempio punta a 40mila tx/sec).
    Non capisco poi perchè se la value proposition del bitcoin è quella di permettere lo scambio di valore all'intenro di una public ledger sicura, trasparente, incensurabile, irreversibile e transnazionale perchè gli stessi benefici non vanno bene per le altre piattaforme che hanno garantiscono le stesse proprietà aggiungendo potenza computazionale distribuita e la capacità di eseguire codice? Non è una domanda retorica.
    Che poi anche io sono scettico riguardo l'adozione di massa, vista l'abitudinarietà dell'essere umano, l'esistenza dei monopoli ed il loro network effect, la scarsa user friendiness delle cripto.

    Detto questo anche io sono bullish su BTC e scettico sulla quasi totalità delle alt (che conosco), a parte una decina di progetti
    Ultima modifica di diefuckersdie; 19-04-2018 alle 16:01
    Mat and ItaliaLOL like this.
    In summary, the Intel Management Engine and its applications are a backdoor with total access to and control over the rest of the PC. The ME is a threat to freedom, security, and privacy, and the libreboot project strongly recommends avoiding it entirely. Since recent versions of it can’t be removed, this means avoiding all recent generations of Intel hardware.
    in dettaglio: https://libreboot.org/faq.html#intelme
    https://tehnoetic.com/laptops
    https://store.vikings.net/x200-ryf-certfied

  11. #2391
    Mat
    Mat è offline
    Scandinavian LAG L'avatar di Mat
    Registrato il
    Jan 2010
    Località
    Genova
    Reputazione
    8
    Posts
    908
    Citato in
    42 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Tu stai elencando sogni non realtà pratiche in cui si è dimostrata efficienza maggiore dell'uso della blockchain rispetto al sistema precedente. Quelli non sono "use case", quelle son speranze.

    Supply chain tracking di che parliamo? si fa già con strumenti normali e nel caso proprio che tu la voglia fare con blockchain la fai con la tua blockchain. Mica ti serve coprire di soldi chi ha dei token ethereum.

    Grid energy management? io non capisco. Son cose che si fanno già bene. Non son robe dove siamo pieni di disastri e ci serve trovare un modo migliore per monitorare.
    Quali sono i 2 use case enormi e disruptive consentiti da BTC e ETH?
    Parliamo di casi d'uso attuali, almeno abbiamo dei dati di cui discutere.

    Bitcoin ha permesso lo scambio di valore tra privati in modo istantaneo, trustless, decentralizzato, incensurabile e a costo irrisorio (parlo del principio).
    Ethereum, come ho scritto nel commento prima, ha rivoluzionato il crowdfunding/venture capital.

    In entrambi i casi puoi fare cose che prima non potevi fare.

    Nello specifico per quanto riguarda Ethereum nel 2017 (anno zero) sono stati raccolti tramite ICO circa $5 billions, per fare un paragone con uno dei sistemi più virtuosi: in UK hanno raccolto circa £3 billions.
    Di questi 5 billions il 90%+ non sono fondi di VC che sono confluiti nelle ICO, sono soldi di persone che prima non avevano accesso a questo tipo di investimenti.
    La prova è che l'investimento medio è molto basso <10k$, ultimamente è un po' salito ma nel 2017 mi pare fosse attorno ai 2k$.

    Citazione Originariamente Scritto da Luciom Visualizza Messaggio
    Lui ha detto di essere short le alt in generale, long BTC, quindi non mi pare stia "sparando random".
    Indicare short o long senza timeframe è futile.
    Btw dato che mi sembra di aver intuito nei commenti seguenti che il timeframe fosse short term, ad oggi sta missando guadagni rilevanti.
    Ultima modifica di Mat; 19-04-2018 alle 20:48
    "è un lungo viaggio, non togliere i pantaloni amico mio"

  12. #2392
    Mat
    Mat è offline
    Scandinavian LAG L'avatar di Mat
    Registrato il
    Jan 2010
    Località
    Genova
    Reputazione
    8
    Posts
    908
    Citato in
    42 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SirGeorge Visualizza Messaggio
    Supply chain tracking mi sembra ridicolo usare la blockchain, anche in questo caso quale diavolo di problema vorresti risolvere andando a mettere il supply chain tracking su' un database distribuito, inefficente e mantenuto per l' eternita' da migliaia di nodi? A me sembra la roba piu' imbecille di sto mondo da fare pero' magari anche qua mi sfugge qualcosa.

    Grid energy management non so bene di che si tratta, ma se come ho capito io ti riferisci alla possibilita' di "accumulare" in maniera efficiente, tramite il mining, l' energia in eccesso prodotta da fonti alternative, allora quello e' soltanto un effetto collaterale positivo dell' esistenza del bitcoin e del fenomeno del mining.

    Per quanto riguarda gli ID ragionamenti analoghi, perche' vorresti registrarli sulla blockchain? Tra l' altro l' ID e' il marchio di fabbrica che ogni governo ti stampa addosso, che bisogno hai di passare per un database distribuito ed incensurabile? Che se li registri il governo su' un cavolo di server centralizzato gli ID e migliori i servizi telematici usando la crittografia.

    Io ti giuro non parto prevenuto ma ogni volta che mi trovo davanti a qualcuno che mi presenta un eventuale use case per Ethereum e per smart contract rimango sempre allibito, la consuetudine una volta era quella di riconoscere un problema e poi trovargli una soluzione, voi avete invertito tutto.
    qualcuno più skillato di noi evidentemente qualche caso d'uso ce lo vede: https://entethalliance.org/members-2/

    il punto di avere il tracking sulla blockchain è che hai la certezza che non possa venire contraffatto.
    oggi ti sembra inefficiente, domani non lo sarà e non saprai nemmeno di stare usando una blockchain.

    cercate di vedere un po' più in là di stasera, mi ricordo che quando usavo tiscali con il 56k internet mi sembrava la cosa più inefficente da usare al mondo, 5-10 minuti per caricare una pagina di solo testo in bianco e nero, chi vuoi che usi un sistema del genere.
    "è un lungo viaggio, non togliere i pantaloni amico mio"

  13. #2393
    Calling Station L'avatar di fuzong
    Registrato il
    Dec 2011
    Reputazione
    0
    Posts
    148
    Citato in
    4 Post(s)

    Predefinito

    https://youtu.be/G3psxs3gyf8

    Postato mille mila volte
    Mat likes this.

  14. #2394
    Scandinavian LAG L'avatar di diefuckersdie
    Registrato il
    Jul 2013
    Reputazione
    20
    Posts
    652
    Citato in
    216 Post(s)

    Predefinito

    https://pastebin.com/aE9B6aDN

    Conseguentemente, le cessioni a pronti di valuta virtuale non danno origine
    a redditi imponibili mancando la finalità speculativa salvo generare un reddito
    diverso qualora la valuta ceduta derivi da prelievi da portafogli elettronici
    (wallet), per i quali la giacenza media superi un controvalore di euro 51.645,69
    per almeno sette giorni lavorativi continui nel periodo d’imposta, ai sensi
    dell’articolo 67, comma 1, lettera c-ter), del testo unico delle imposte sui redditi
    approvato con d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR), e del comma 1-ter del
    medesimo articolo. Per cessione a pronti si intende una transazione in cui si ha lo
    scambio immediato di una valuta contro una valuta differente.
    Il valore in euro della giacenza media in valuta virtuale va calcolato
    secondo il cambio di riferimento all’inizio del periodo di imposta, e cioè al 1°
    gennaio dell’anno in cui si verifica il presupposto di tassazione (cfr. circolare 24
    giugno 1998, n. 165). Resta inteso che, qualora non risulti integrata la condizione
    precedentemente individuata, non si rendono deducibili neppure le minusvalenze
    eventualmente realizzate.
    Tenuto conto che manca un prezzo ufficiale giornaliero cui fare riferimento
    per il rapporto di cambio tra la valuta virtuale e l’euro all’inizio del periodo di
    imposta, il contribuente può utilizzare il rapporto di cambio al 1° gennaio rilevato
    sul sito dove ha acquistato la valuta virtuale o, in mancanza, quello rilevato sul
    sito dove effettua la maggior parte delle operazioni.
    Detta giacenza media va verificata rispetto all’insieme dei wallet detenuti
    dal contribuente indipendentemente dalla tipologia dei wallet (paper, hardware,
    desktop, mobile, web).

    Ai fini della eventuale tassazione del reddito diverso occorre, dunque,
    verificare se la conversione di bitcoin con altra valuta virtuale (oppure da valute
    virtuali in euro) avviene per effetto di una cessione a termine oppure se la
    giacenza media del wallet abbia superato il controvalore in euro di 51.645,69 per
    almeno sette giorni lavorativi continui nel periodo d’imposta.
    Si fa presente, inoltre, che ai fini della determinazione di un’eventuale
    plusvalenza derivante dal prelievo dal wallet, che abbia superato la predetta
    giacenza media, si deve utilizzare il costo di acquisto e che agli effetti della
    determinazione delle plusvalenze/minusvalenze si considerano cedute per prime
    le valute acquisite in data più recente (cfr. articolo 67, comma 1-bis, del TUIR).

    In particolare, sono stati estesi gli obblighi di monitoraggio fiscale,
    ordinariamente previsti per gli intermediari bancari e finanziari, altresì ai soggetti
    (c.d. “operatori non finanziari”) che intervengono, anche attraverso
    movimentazione di “conti”, nei trasferimenti da o verso l’estero di mezzi di
    pagamento effettuate anche in valuta virtuale, di importo pari o superiore a
    15.000 euro.
    Ai sensi dell’articolo 4 del decreto legge n. 167 del 1990, inoltre, è previsto
    l’obbligo di compilazione del quadro RW della Modello Redditi - Persone
    Fisiche, da parte delle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che, nel
    periodo d’imposta, detengono investimenti all’estero e attività estere di natura
    finanziaria suscettibili di produrre redditi imponibili in Italia, tra le quali le valute
    estere.
    Come chiarito dalla circolare 23 dicembre 2013, n. 38/E (paragrafo 1.3.1.)
    sono soggette al medesimo obbligo anche le attività finanziarie estere detenute in
    Italia al di fuori del circuito degli intermediari residenti.
    Poiché alle valute virtuali si rendono applicabili i principi generali che
    regolano le operazioni aventi ad oggetto valute tradizionali nonché le
    disposizioni in materia di antiriciclaggio, si ritiene che anche le valute virtuali
    devono essere oggetto di comunicazione attraverso il citato quadro RW,
    indicando alla colonna 3 (“codice individuazione bene”) il codice 14 – “Altre
    attività estere di natura finanziaria”.
    Il controvalore in euro della valuta virtuale detenuta al 31 dicembre del
    periodo di riferimento deve essere determinato al cambio indicato a tale data sul
    sito dove il contribuente ha acquistato la valuta virtuale. Negli anni successivi, il
    contribuente dovrà indicare il controvalore detenuto alla fine di ciascun anno o
    alla data di vendita nel caso di valuta virtuale vendute in corso d’anno.
    Da ultimo, si precisa che le valute virtuali non sono seggette all'imposta sul
    valore dei prodotti finanziari, dei conti correnti e dei libretti di risparmio detenuti
    all'estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato (c.d. IVAFE,
    istituita dall'articolo 19 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito,
    con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive
    modificazioni), in quanto tale imposta si applica ai depositi e conti correnti
    esclusivamente di natura “bancaria” (cfr. circolare 2 luglio 2012, n. 28/E).
    Ciò posto, tenuto conto che il contribuente, nelle precedenti istanze si era
    limitato a chiedere se le operazioni a pronti erano soggette a tassazione
    omettendo di indicare quale fosse la reale giacenza media dell’insieme dei propri
    wallet, ad integrazione di quanto precisato dall’Agenzia nelle risposte alle
    precedenti istanze di interpello, si chiarisce che qualora nell’anno d’imposta 2016
    tale giacenza avesse superato il controvalore in euro di 51.645,69 per almeno
    sette giorni lavorativi continui nel periodo d’imposta, anche le operazioni di
    cambio effettuate in tale periodo d’imposta erano soggette a tassazione per
    effetto del combinato disposto dell’articolo 67, comma 1, lettera c-ter), e comma
    1-ter, del Testo unico delle imposte sui redditi approvato con d.P.R. 22 dicembre
    1986, n. 917.
    In summary, the Intel Management Engine and its applications are a backdoor with total access to and control over the rest of the PC. The ME is a threat to freedom, security, and privacy, and the libreboot project strongly recommends avoiding it entirely. Since recent versions of it can’t be removed, this means avoiding all recent generations of Intel hardware.
    in dettaglio: https://libreboot.org/faq.html#intelme
    https://tehnoetic.com/laptops
    https://store.vikings.net/x200-ryf-certfied

  15. #2395
    Scandinavian LAG
    Registrato il
    Feb 2010
    Reputazione
    2
    Posts
    512
    Citato in
    16 Post(s)

    Predefinito

    Quindi niente sezione "Criptovalute" ?
    conilmionome likes this.

  16. #2396
    Amministratore L'avatar di Luciom
    Registrato il
    Nov 2007
    Reputazione
    1604
    Posts
    18,939
    Citato in
    2918 Post(s)

    Predefinito

    Questo è un esempio di settore dove breakthrough hanno accelerato rispetto al trend già molto spinto di riduzione del costo (tenete conto che in termini computazionali, si può dire in modo equivalente sia che il chip aumenta di potenza, sia che 1$ compra sempre + potere di calcolo)

    Ex poker players just want to have fun moving cbet beyond poker
    Per domande e consigli: http://tinyurl.com/LuciomWell
    Twitter: luciomm1 (in prova)

  17. #2397
    Mat
    Mat è offline
    Scandinavian LAG L'avatar di Mat
    Registrato il
    Jan 2010
    Località
    Genova
    Reputazione
    8
    Posts
    908
    Citato in
    42 Post(s)

    Predefinito

    posto dato che era considerato un punto critico di bitcoin, pagamenti reversibili su ethereum:

    https://info.silverwire.io/
    "è un lungo viaggio, non togliere i pantaloni amico mio"

  18. #2398
    Calling Station
    Registrato il
    Jun 2013
    Reputazione
    0
    Posts
    146
    Citato in
    84 Post(s)

    Predefinito

    Sapete come funziona lo staking/baking e quanto si guadagna delegando Tezos? Io ne ho un pò, ma non 10k che dovrebbe essere il minimo se ho capito bene...
    https://www.reddit.com/r/tezos/comme...ng_with_tezos/

  19. #2399
    Cbet VIP User L'avatar di Gi01
    Registrato il
    Feb 2008
    Località
    Mezza Italia e Malta
    Reputazione
    205
    Posts
    6,017
    Citato in
    868 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Diamond995 Visualizza Messaggio
    Sapete come funziona lo staking/baking e quanto si guadagna delegando Tezos? Io ne ho un pò, ma non 10k che dovrebbe essere il minimo se ho capito bene...
    https://www.reddit.com/r/tezos/comme...ng_with_tezos/
    Se ho ben compreso, 10K sono un "roll", ma vi saranno sicuramente pool (o altri amici che ne hanno una frazione, o insomma un modo lo trovi).
    Se tutti stakassero si parla del 5%, se ho compreso; ovviamente dato che non tutti stakeranno, la % dovrebbe girare intorno al 10%.
    Diamond995 likes this.
    Se proprio hai bisogno di dirmi qualcosa, contattami su https://www.facebook.com/giuliogi01

  20. #2400
    Scandinavian LAG L'avatar di diefuckersdie
    Registrato il
    Jul 2013
    Reputazione
    20
    Posts
    652
    Citato in
    216 Post(s)

    Predefinito

    https://www.reddit.com/r/eos/comment...d_accounts_to/

    https://www.reddit.com/r/eos/comment...the_suspicion/

    https://steemit.com/eos/@eosnewyork/...n-17-june-2018

    why decentralization matters - a response

    plutocracy di vitalik

    https://medium.com/@thomas.cox_39839...n-3a2d5126e8c2

    Uno dei primi episodi di disputa diciamo su EOS, i token rubati tramite phishing agli utenti sono stati freezati dai 21 block producer.
    Cosa ne pensate dei "poteri" del concilio dei 21 block producer di EOS ed in generale del Dpos? Della costituzione che hanno/stanno scrivendo?
    Visto che se ne parlava in precedenza, eos è una blockchain permissioned nella quale i 21 BP che vengono eletti hanno molte possibilità a disposizione , tra le quali freezare/cancellare account, invertire/non processare transazioni.
    Ultima modifica di diefuckersdie; Ieri alle 01:18
    In summary, the Intel Management Engine and its applications are a backdoor with total access to and control over the rest of the PC. The ME is a threat to freedom, security, and privacy, and the libreboot project strongly recommends avoiding it entirely. Since recent versions of it can’t be removed, this means avoiding all recent generations of Intel hardware.
    in dettaglio: https://libreboot.org/faq.html#intelme
    https://tehnoetic.com/laptops
    https://store.vikings.net/x200-ryf-certfied

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •